**Page description appears here**
+39 039 9000200 Hai bisogno di aiuto? Chiamaci dal Lun-Ven dalle 9.30/17.30

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Ricevi notizie, consigli e offerte con Omegor Newsletter

sono sicuro

Omega-3 nell'olio di krill: un rimedio per l'obesità

Ci sono 0 commenti

Olio di krill: grande efficacia contro l'obesità

Gli acidi grassi Omega 3 (di tipo EPA e DHA) contenuti nell'olio di krill sono utili rimedi per l'obesità. A dimostrarlo è una ricerca condotta da un team internazionale, composto da scienziati italiani, statunitensi, norvegesi e finlandesi.

Queste proprietà hanno il compito di stabilizzare il meccanismo metabolico dei soggetti obesi, contrastando anomalie e imperfezioni che portano a tale status. Potrebbero sostituire altre terapie nel controllo del sistema degli endocannabinoidi contro la sindrome metabolica.

Benefici dell'olio di krill: agire sugli endocannabinoidi

Il krill è un insieme di piccoli organismi marini noti per il loro alto contenuto in Omega-3 e antiossidanti. Infatti questi ultimi sono presenti in livelli 48 volte più elevati rispetto a quanto riscontrabile negli altri oli di pesce disponibili in commercio.

Secondo gli autori dello studio assumere quotidianamente l'olio di krill porta benefici al sistema degli endocannabinoidi, costituito da molecole lipidiche e recettori cellulari che agiscono nel sistema nervoso regolando l'appetito, la sensazione di dolore, l'umore e la memoria.

E sono gli stessi esperti del settore a sottolineare che aiutare a normalizzare i livelli di endocannabinoidi nei pazienti obesi potrebbe aiutare a contrastare alcuni problemi di salute che si evidenziano a lungo termine, come la sindrome metabolica.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno reclutato 63 soggetti in sovrappeso o obesi di età compresa tra i 35 e i 64 anni, cui è stato chiesto di assumere per quattro settimane due grammi al giorno di olio di krill – corrispondente a 309 mg al giorno di EPA e DHA in rapporto 2:1 -, di olio di pesce – il cosiddetto “menhaden oil”, corrispondente a 390 mg al giorno di EPA e DHA in rapporto 1:1 – o olio di oliva.

Solo nei soggetti obesi che hanno assunto olio di krill è stata osservata una riduzione significativa dei livelli di 2-arachidonoilglicerolo (2-AG), un endocannabinoide che si accumula nel plasma delle persone obese.

Secondo gli autori una possibile spiegazione del diverso effetto ottenuto con l'olio di krill e l'olio di pesce potrebbe essere una maggiore incorporazione degli acidi grassi Omega-3 nei lipidi che costituiscono il tessuto adiposo associato ai visceri. Questo porterebbe a una diminuzione dell'acido arachidonico in seguito all'assunzione di olio di krill, con conseguente modificazione della sintesi degli endocannabinoidi.

Conferme di una nota efficacia

Gli effetti benefici dell'olio di krill riscontrati in questo studio confermano quanto avevano osservato i ricercatori dell'Università di Cagliari in studi condotti su ratti obesi.

Secondo gli autori della nuova ricerca il prossimo passo sarà verificare se modificazioni a lungo termine dell'alimentazione e livelli di olio di krill più elevati siano in grado di ridurre i parametri della sindrome metabolica. Ciò renderebbe l'assunzione di olio di krill una valida alternativa alle attuali terapie che bersagliano il sistema degli endocannabinoidi.

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.

• Per informarti meglio sugli Omega 3 ed una vasta gamma di integratori, ad esempio: integratori per la pelle, integratori per abbassare il colesterolo, integratori gravidanza e integratori allattamento, integratori memoria, quelli che contengono coenzima q10 e vitamina d3 clicca sui links appena forniti.
• Per scoprire i vantaggi dell'olio di krill, un olio di pesce ricchissimo di Omega 3, utile anche per combattere il lupus eritematoso o disturbi durante e post allenamento sportivo come il broncospasmo, clicca sui rispettivi links.

Fonte

1. Banni S, Carta G, Murru E, Cordeddu L, Giordano E, Sirigu AR, Berge K, Vik H, Maki KC, Di Marzo V, Griinari M, “Krill oil significantly decreases 2-arachidonoylglycerol plasma levels in obese subjects”, Nutr Metab (Lond). 2011 Jan 30;8(1):7

2. Batetta B, Griinari M, Carta G, Murru E, Ligresti A, Cordeddu L, Giordano E, Sanna F, Bisogno T, Uda S, Collu M, Bruheim I, Di Marzo V, Banni S, “Endocannabinoids may mediate the ability of (n-3) fatty acids to reduce ectopic fat and inflammatory mediators in obese Zucker rats”, J Nutr. 2009 Aug;139(8):1495-501


Articolo pubblicato in Alimentazione, Sindrome metabolica, Problemi di peso




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi