**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Benessere della donna

  • Omegor Vitality può essere assunto in gravidanza?

    Gentile Barbara, Omegor Vitality non è il prodotto più indicato in la gravidanza in quanto contiene soprattutto l'omega-3 EPA, mentre durante la gravidanza è più adatta l’integrazione con DHA. Quest'ultimo è l'omega-3 con importanti funzioni strutturali nelle membrane dei neuroni e dei fotorecettori della retina, dunque essenziale per il corretto sviluppo celebrale e visivo. L’integrazione con il DHA è raccomandabile sia nel delicato periodo della gravidanza che durante l’allattamento; un adeguato consumo di DHA da parte della madre è in grado di fornire al feto prima, e successivamente al neonato, tramite il latte materno, una quantità sufficiente di questo omega-3. Il DHA è importante non solo per lo sviluppo del bambino ma anche per lo stato di salute della madre. Durante la gestazione il feto attinge dalle riserve di DHA della madre per il suo accrescimento, e dopo la gravidanza le riserve di questa molecola nella madre diminuiscono drasticamente facendo aumentare il rischio di depressione post-partum, e richiedendo dai 2 ai 3 anni per essere ripristinate. Tra i nostri integratori le consiglio VITADHA Materna, un prodotto specifico per la gravidanza a base di olio di pesce ad alta concentrazione di DHA (250 mg per capsula) e Quatrefolic (5-MTHF sale di glucosamina) la forma attiva di folato che non richiede di essere metabolizzata all’interno dell'organismo, e dunque completamente assorbìbile da tutte le donne. Gli altri prodotti Omegor indicati durante la gravidanza e l’allattamento sono: VitaDHA1000 in capsule molli da 1000 mg di olio di pesce. Ogni capsula apporta 470 mg di DHA e 100 mg di EPA. Il dosaggio consigliato è di 1-2 capsule al giorno in prossimità di un pasto. VitaDHA Liquido in fiale monodose da 6 g di olio di pesce deodorizzato e aromatizzato al limone. Ogni fiala apporta 1450 mg di DHA e 330 mg di EPA. Il dosaggio consigliato è di 1 fiala a giorni alterni. L’olio può essere assunto tal quale oppure aggiunto a yogurt, bevande e alimenti tiepidi o freddi. In presenza di gastrite ed ernia iatale, questi ultimi due prodotti possono essere utili per contrastare la componente infiammatoria tipica di queste patologie. Resto a disposizione per ulteriori informazioni. Cordiali saluti, Rosaria Ramondino Farmacista e Chimico Farmaceutico


  • Quale omega-3 in caso di sindrome premestruale in un soggetto bordeline?

    Gentile Violetta, molti studi scientifici evidenziano l’effetto positivo dell’integrazione con acidi grassi omega-3 nei disturbi dell’umore, ansia e depressione poiché sono in grado di regolare la produzione di neurotrasmettitori come la dopamina e la serotonina, e favoriscono equilibrio dell'umore, calma e coordinazione. Tenendo in considerazione anche la sindrome premestruale, il prodotto più utile è Omegor Twinefa un integratore di grassi omega-3 EPA e DHA da olio di pesce e omega-6 GLA da olio di borragine. Il dosaggio minimo di omega-3 EPA e DHA considerato negli studi che hanno valutato il loro effetto su ansia e depressione, è di almeno 1 grammo al giorno raggiungibile con 2 capsule di Omegor Twinefa, da assumere in prossimità di un pasto. Questo dosaggio è utile anche per contrastare i sintomi della sindrome premestruale. È importante che questa integrazione alimentare venga intrapresa in accordo con il medico curante che deve essere sempre informato di ogni integrazione che si intende seguire, soprattutto in concomitanza ad una terapia farmacologica. Cordiali saluti, Rosaria Ramondino Farmacista e Chimico Farmaceutico


  • Memoria e concentrazione, quale integratore le migliora?

    Gentile Genny, i componenti del prodotto Cardiol Forte in associazione agli steroli vegetali sono utili per controllare i livelli di colesterolo ematico e in misura minore per normalizzare i livelli di trigliceridi. Cardiol Forte è caratterizzato da una formulazione a base di olio di pesce ed estratti vegetali per cui non le consiglio di associare ad esso Omegor Mind, perchè possiede una formulazione multicomponente simile. Le suggerisco invece di associare all'integrazione in atto Omegor Krill, questo prodotto contiene gli omega­3 EPA e DHA in forma di fosfolipidi che li rende particolarmente assimilabili a livello del celebrale. Inoltre, Omegor Krill contiene l'astaxantina, un antiossidante naturale in grado di attraversare la barriera emato­encefalica che circonda il cervello così da agire direttamente su di esso. Per queste caratteristiche Omegor Krill è particolarmente indicato in caso di stress psicofisico, scarsa concentrazione e poca memoria. Il dosaggio è di 2 capsule al giorno da assumere preferibilmente nella prima parte della giornata. Resto a disposizione per ulteriori informazioni. Cordiali saluti, Rosaria Ramondino Farmacista e Chimico Farmaceutico


  • Ipertensione in menopausa: quale integratore?

    Gentile signora, per l'ipertensione potrebbe trovare un potenziale beneficio nel consumo abituale di omega‐3 EPA e DHA. Infatti, gli acidi grassi EPA e DHA potrebbero progressivamente agire un effetto positivo sulla pressione arteriosa - attraverso un aumento della compliance vasale ed un leggero aumento della vasodilatazione periferica. La Commissione Europea indica che per ottenere questo effetto, ossia per contribuire al mantenimento dei valori normali di pressione sanguigna, è necessario un dosaggio di 3 g di omega‐3 EPA e DHA  al giorno: corrispondenti a 4‐5 capsule di Omegor Vitality 1000 e a 3‐4 capsule di Meaquor 900. Dal momento che lei segue già una terapia farmacologica per l'ipertensione, è bene che l'assunzione degli acidi grassi omega‐3 EPA e DHA ad dosaggi di 2‐3 grammi al giorno avvenga in accordo con il parere del medico, anche perché dopo 1‐2 mesi di integrazione potrebbe essere necessario un riadattamento del dosaggio del farmaco antipertensivo. Sulla base di quanto appena detto, il mio consiglio per la sua ipertensione è dunque questo: di valutare in accordo con il suo medico curante la possibilità di assumere un integratore come Omegor Vitality o Meaquor 900 al dosaggio di 3 capsule al giorno; così da contribuire ad un riequilibrio della pressione arteriosa; cercando di ridurre progressivamente la dose di antipertensivo. Cordiali saluti, Dott.ssa Rosaria Ramondino farmacista e chimico farmaceutico


  • Invecchiamento cutaneo: meglio Antiage o Vitality?

    Gentile Antonella, per favorire un'azione di contrasto ai primi segni dell'invecchiamento cutaneo il prodotto che le consiglio è Omegor Antiage. Omego Antiage ha una formulazione innovativa e bilanciata che associa: omega‐3 marini omega‐6 GLA da olio di borragine un pool di attivi antinfiammatori/antiossidanti come il resveratrolo, la curcumina, il coenzima Q10 e l’acido alfa lipoico. L'associazione di antiossidanti, omega‐3 e acido gamma‐linolenico GLA da olio di borragine contribuisce al rallentamento dell'invecchiamento cutaneo (perdita di elasticità, secchezza, ecc.), favorisce il buon umore ed aiuta a ridurre le vampate di calore. Inoltre, l’associazione omega‐3 e GLA ha una potenziale azione anti-infiammatoria, in quanto può favorire la riduzione dei livelli delle prostaglandine infiammatorie (es. PGE2) - ormoni responsabili del riassorbimento osseo e implicati nel disequilibrio del tono dell'umore oltre che nell’insorgenza di disturbi cutanei non necessariamente legati all'invecchiamento (secchezza, eczemi, psoriasi, ecc.) Il dosaggio è di 1 capsula al giorno da assumere in corrispondenza di un pasto per un periodo di almeno 2 mesi. Poi, se vorrà aumentare l’apporto di omega‐3, potrà associare ad Omegor Antiage 1‐2 capsule al giorno del prodotto Omegor Vitality 1000. Resto a disposizione per eventuali chiarimenti. Cordiali saluti, Dott.ssa Rosaria Ramondino Farmacista e chimico farmaceutico


  • Artrite in menopausa, quale integratore?

    Gentile signora, per favorire la gestione dell'artrite in menopausa, sulla base del quadro che mi ha presentato credo che il prodotto che potrebbe esserle d'aiuto sia Omegor TwinEFA, una formulazione a base di: olio di pesce concentrato in omega-3 EPA e DHA ; olio di Borragine ricco in omega-6 GLA. Questa formulazione - lo hanno messo in evidenza diversi studi clinici - può essere un valido supporto coadiuvante la terapia farmacologica nelle malattie infiammatorie croniche e in caso di artrite e osteoartrite, soprattutto per contribuire a sopprimere i processi infiammatori alla base di queste patologie. Infatti, l'associazione di Omega-3 e Omega-6 presente nel prodotto Omegor TwinEFA influenza in modo negativo la produzione dei mediatori chimici del dolore (eicosanoidi pro-infiammatori) a favore invece di altre sostanze ad azione antinfiammatoria e risolutive dello stato d’infiammazione. Ma progressivamente questa integrazione può risultare utile anche per: alleviare il dolore cronico associato all'artrite e per contribuire a ridurre il ricorso a FANS  e farmaci antinfiammatori; contrastare alcuni dei fastidi più comuni della menopausa, contribuendo ad esempio a rallentare l'invecchiamento cutaneo (perdita di elasticità, secchezza, ecc.), a favorire il buon umore e a ridurre le vampate di calore. Insomma, può provare Omegor TwinEFA non solo per l'artrite, ma anche per la menopausa. Uno studio clinico italiano (Campagnoli et al., 2005) ha evidenziato una significativa riduzione delle vampate di calore in seguito all'integrazione con olio di pesce e olio di borragine. Secondo i ricercatori tale risultato è dovuto all'effetto stabilizzante degli acidi grassi polinsaturi sulle membrane delle cellule del sistema nervoso: infatti, gli acidi grassi omega-3 EPA e DHA e il GLA influenzano il sistema serotoninergico che regola i centri ipotalamici della termoregolazione, permettendo una riduzione delle vampate di calore. La dose che le consiglio è di 2 capsule al giorno di Omegor TwinEFA da assumere in corrispondenza di un pasto principale (colazione, pranzo o cena); quanto alla durata dell'integrazione, consiglio un periodo di almeno 2 mesi trascorsi i quali potrà prevedere dei periodi di pausa di 15-30 giorni, per poi riprendere l'integrazione; Invece, in merito ai valori del suo colesterolo, ritengo che al momento non sia necessario intervenire con un integratore specifico - ma cerchi di curare l'alimentazione come già fa per tenere i valori sotto controllo. Le consiglio in ogni caso di discutere col suo medico l'opportunità di iniziare l'integrazione con Omegor TwinEFA, soprattutto se contemporaneamente segue delle terapie farmacologiche. Resto a disposizione per ulteriori informazioni. Cordiali saluti, Rosaria Ramondino Farmacista e chimico farmaceutico


  • Dismenorrea, che integratore mi consigliate?

    Gentile Rosa, consiglio spesso il prodotto Omegor TwinEFA in caso di dismenorrea perché l'associazione di omega-3 EPA e DHA (in forma trigliceride da olio di pesce) e omega-6 GLA da olio di borragine è particolarmente utile per alleviare i crampi mestruali grazie al suo effetto antinfiammatorio. I crampi mestruali sono infatti associati ad un rilascio di acido arachidonico a seguito della riduzione di progesterone indotta dalle mestruazioni: la liberazione dell'acido arachidonico innesca un flusso di prostaglandine (PGE2 ed PGF2) e leucotrieni a livello dell'utero che causano vasocostrizione e contrazioni del miometrio, che sono alla base dei crampi. Perché questa associazione è utile? Gli acidi grassi omega-3 EPA e DHA dell'olio di pesce competono con l'acido arachidonico nella produzione di prostaglandine meno infiammatorie e possono quindi ridurre la componente dolorosa tipica della dismenorrea. La presenza dell'omega-6 GLA da olio di borragine è in grado di aumentare il potenziale antinfiammatorio della formulazione. Come ha giustamente osservato, l'olio di borragine contiene fitoestrogeni ma non favorisce con ciò la comparsa di cisti ovariche - anzi, è molto consigliato anche in presenza di cisti ovariche per favorire il loro riassorbimento. Il dosaggio per Omegor TwinEFA è di 2 capsule al giorno da assumere in prossimità di un pasto (colazione, pranzo o cena) continuativamente per un periodo di almeno 2 mesi. Se volesse tuttavia evitare di assumere l'olio di borragine le consiglio, al posto del prodotto Omegor TwinEFA, il prodotto Omegor Krill al dosaggio di 2-3 capsule al giorno da assumere nella prima parte della giornata (colazione o pranzo). L'olio di Krill contenuto nel prodotto è sempre una fonte di omega-3 EPA e DHA ma derivanti dal crostaceo Krill e in forma di fosfolipidi molto bene assorbiti dalle cellule del nostro organismo. In diversi studi l'olio di krill è risultato efficace come l'olio di pesce nel controllo del dolore addominale riducendo il ricorso ai farmaci antinfiammatori/antidolorifici mentre è risultato più efficace dell'olio di pesce nel controllo dei sintomi emozionali come l'irritabilità, tipica della fase che precede le mestruazioni. Mi auguro possa trovare giovamento dalle integrazioni proposte. La invito a ricontattarmi per ulteriori necessità. Cordiali saluti, Dott.ssa Rosaria Ramondino Farmacista e chimico farmaceutico


  • Sono in gravidanza, VitaDHA Materna è puro da contaminanti?

    Gentile signora, in gravidanza è necessario ingerire solo alimenti assolutamente puri e privi di contaminanti. Mi sento perciò di assicurarle che VitaDHA Materna è un prodotto assolutamente puro, consigliabile in gravidanza per supportare le mamme e il bambino. Leggi tutto l'articolo


  • Soffro di endometriosi, che integratore scelgo?

    Gentile Emanuela, come già sicuramente saprà l’alimentazione riveste un ruolo importante nella gestione dell’endometriosi - soprattutto per ridurre i sintomi dolorosi associati alla patologia. In questo quadro s’inserisce l’integrazione alimentare con acidi grassi omega‐3. Gli omega-3 possono esercitare un effetto coadiuvante antinfiammatorio e in generale possono intervenire nei meccanismi fisiologici pro-infiammatori. In una patologia come l’endometriosi, che presenta un’importante componente infiammatoria, a supporto delle terapie farmacologiche gli acidi grassi omega‐3 (EPA e DHA) presenti nell’olio di pesce potrebbero aiutarla a: ridurre la risposta infiammatoria; modulare la produzione di mediatori dell’infiammazione - sostituendosi nelle membrane cellulari all’acido arachidonico AA, precursore di mediatori pro‐infiammatori. Consumare abitualmente pesce e acidi grassi omega‐3 EPA e DHA può essere quindi un valido trattamento complementare nell’endometriosi, sì per alleviare l’infiammazione, ma progressivamente anche per ridurre il ricorso ai farmaci antinfiammatori che vengono generalmente utilizzati. Il prodotto che le consiglio di provare è Omegor TwinEFA. Ha formulazione sinergica di acidi grassi omega‐3 EPA e DHA in forma di trigliceridi naturali e omega‐6 GLA da olio di borragine, un'associazione che ha mostrato di poter esercitare una marcata azione antinfiammatoria. Le consiglio di assumere 2‐3 perle al giorno in prossimità di un pasto per un periodo di almeno 2 mesi - tempo necessario per sperimentare l’efficacia dell'integrazione alimentare. In ogni caso, le raccomando di consultarsi col suo medico per valutare con lui l'opportunità, la posologia e la durata dell'integrazione con Omegor TwinEFA - soprattutto in considerazione delle terapie farmacologiche in corso per l'endometriosi Altri accorgimenti alimentari che le consiglio di attuare sono limitare il consumo di carne, prosciutto e insaccati e aumentare invece il consumo di verdura, frutta fresca e pesce per la presenza degli omega‐3. La invito a ricontattarci e resto a disposizione per ulteriori domande. Cordiali saluti, Dott.ssa Rosaria Ramondino, Farmacista e chimico farmaceutico


  • Dimagrire con gli omega-3 è possibile?

    Gentile signora, diversi studi hanno dimostrato che l'assunzione di acidi grassi omega‐3 (EPA e DHA), associata ad una dieta ipocalorica e ad una moderata ma costante attività fisica, può essere una valida strategia per dimagrire. La ragione per cui gli omega-3 possono essere d'aiuto nel perdere peso sta nel fatto che gli omega-3: consentono un maggior calo ponderale e quindi sono di aiuto nel dimagrire; ottimizzano gli effetti della dieta; aumentano l'ossidazione basale del grasso - il meccanismo attraverso cui il grasso viene "bruciato" per produrre energia - quindi aiutando nel dimagrire correttamente, bruciando il grasso accumulato in eccesso; contrastando al contempo la lipogenesi - ossia il processo tramite il quale il grasso viene accumulato come riserva nell'organismo. Leggi tutto l'articolo


Articoli da 1 a 10 di 20 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi