**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Tumore al seno: la corsa riduce la mortalità nelle donne sopravvissute alla malattia

Ci sono 0 commenti

Correre protegge dal cancro al seno più che camminare. In donne operate e sopravvissute al tumore, infatti, la corsa riduce il rischio di mortalità di oltre il 40%. Lo rivela uno studio americano, correggendo dunque le indicazioni delle ricerche precedenti, che raccomandavano un’attività fisica moderata come la camminata.

La scoperta è stata realizzata dai ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory della California (USA) e pubblicata sulla rivista International Journal of Cancer.

Cancro e attività fisica

Tumore al seno: la corsa riduce la mortalità nelle donne sopravvissute alla malattia Negli ultimi anni, numerosi studi hanno suggerito l’importanza dell’esercizio fisico nella prevenzione primaria di diversi tipi di cancro come quello della mammella, della prostata e del colon.

E, in donne colpite da carcinoma mammario, l’attività fisica ridurrebbe anche il rischio di mortalità.

Non è ancora chiaro il meccanismo di questa azione protettiva, ma è accertato che un corretto stile di vita e una sana alimentazione siano fondamentali sia per la prevenzione che per la riabilitazione dal cancro.

Gli studi precedenti hanno suggerito che per ridurre del 25% la probabilità di morire di tumore, in donne già colpite in precedenza dalla malattia, sono necessarie 2 ore e 30 minuti di attività fisica moderata a settimana.

Il nuovo lavoro scientifico mostra invece che un esercizio fisico vigoroso è più efficace della semplice camminata.

La corsa riduce la mortalità nelle donne operate per cancro al seno

Durante la ricerca sono state osservate 986 donne sopravvissute al tumore alla mammella, e che avevano preso parte al The National Runners and Walkers Health Study, un grande studio, iniziato nel 1998, mirato ad analizzare la relazione tra diversi tipi di attività fisica e i relativi effetti sulla salute.

Delle 714 donne camminatrici, 33 erano decedute a causa del cancro al seno dopo 9 anni, mentre delle 272 che praticavano la corsa ne erano morte 13.

Analizzati nel totale, questi numeri evidenziano che con entrambi i tipi di attività fisica, il rischio di mortalità si riduce di circa il 24% per ora di equivalente metabolico (MET) al giorno. Dove un’ora di MET equivale all’energia spesa per una camminata di circa un chilometro e mezzo o per una corsa di circa un chilometro.

Analizzati, invece, separatamente i dati indicano una minore mortalità tra le corritrici rispetto alle camminatrici.

Per le prime la mortalità diminuiva del 40% per ora di MET al giorno, mentre per le donne che preferivano camminare la percentuale scendeva del 5% per ora di MET.

Inoltre, coloro che correvano circa 3 chilometri e mezzo al giorno mostravano un rischio di mortalità del 95% inferiore a quello di donne che non svolgevano l’attività fisica raccomandata.

Correre e camminare, ecco gli effetti positivi

Questi risultati suggeriscono, dunque, che la corsa ha effetti positivi maggiori rispetto alla camminata nella terapia post-diagnosi del cancro alla mammella.

Come precisato dai ricercatori, lo studio non smentisce l’effetto benefico della camminata, a causa del minor numero di soggetti analizzati rispetto a quelli degli studi antecedenti, ma suggerisce come un’attività fisica più intensa possa avere effetti positivi maggiori.

Non è ancora compreso il motivo della differenza tra i due tipi di sport, e, sebbene diverse ricerche abbiano confermato che la corsa sia più efficace della camminata per perdere peso, altri effetti salutistici, a parità di energia consumata, sono simili.

Corsa e camminata sono infatti entrambe consigliabili in caso di diabete, per la riduzione del rischio cardiovascolare e per la prevenzione del cancro al cervello.

Inoltre sia correre che camminare hanno eguale importanza nella prevenzione primaria della tumore al seno.

 

Fonte: Williams PT. “Significantly greater reduction in breast cancer mortality from post-diagnosis running than walking”. Int J Cancer. 2014 Jan 27. doi: 10.1002/ijc.28740.

 


Articolo pubblicato in Tumore al seno ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi