**Page description appears here**

Spedizione Express 24/48h Gratis con DHL e UPS per tutti gli ordini!

Dal 2005, omega-3 di qualità certificata. Ti puoi fidare!

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Offerta Speciale! Ricevi subito un Buono Sconto del 5% in segno di benvenuto. Clicca qui per i dettagli

Ricevi notizie, consigli e offerte con Omegor Newsletter

sono sicuro

Iperattività, quali benefici dagli omega-3?

Ci sono 0 commenti

Ho un bambino di nove anni molto attivo e fa fatica a concentrarsi, quale integratore mi consiglia? Mangia pochissimo pesce e niente verdure. Grazie!



Gentile Nadia,

sulla base di quanto da lei descritto, un prodotto che potrei consigliarle per il suo bambino di 9 anni è VitaDHA in fiale monodose. Va detto, però, che bisogna considerare gli integratori alimentari come un supporto nutrizionale con effetti esclusivamente nutritivi e fisiologici, utili per favorire il regolare svolgimento delle funzioni dell'organismo.

L’assunzione di integratori alimentari di acidi grassi omega‐3 EPA e DHA è particolarmente indicata in caso  di un loro ridotto apporto con la dieta o in caso di aumentato fabbisogno. L'omega‐3 DHA è utile per mantenere le normali funzioni cerebrali e visive con un’assunzione giornaliera di almeno 250 mg al giorno.

Le suggerisco di condividere con il pediatra o lo specialista che segue il suo bambino lo studio che può leggere in originale qui.

Questo studio randomizzato e controllato ha misurato le concentrazioni, nei globuli rossi, di DHA (acido docosaesaenoico) e EPA (acido eicosapentaenoico) e il comportamento di 90 bambini con ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività) tra i 7 e i 12
anni che sono stati suddivisi in 3 gruppi e hanno ricevuto per 4 mesi:

  • gruppo 1: integratori di olio di pesce ricchi di EPA ( 1109 mg di EPA + DHA 108 mg al giorno)
  • gruppo 2: integratori di olio di pesce ricchi di DHA (264 mg EPA + DHA 1.032 mg al giorno)
  • gruppo 3 (gruppo di controllo): olio di cartamo ( 1467 mg di acido linoleico al giorno).

I risultati dello studio hanno mostrato che un aumento dei livelli di EPA e DHA  nelle membrane dei globuli rossi dei partecipanti integrati con gli acidi grassi omega‐3 è stato associato a un miglioramento nell'ortografia, nei problemi cognitivi, di attenzione,
iperattività e in generale ad un miglioramento nel comportamento.

Gli autori dello studio ritengono che anche la diminuzione dei livelli di omega‐6 a favore dei livelli di omega‐3 ha permesso un miglioramento nei sintomi di ADHD.

I ricercatori hanno aggiunto che, nonostante in precedenza l'EPA era stato considerato superiore e più importante del DHA nell'ADHD, i risultati di questo studio suggeriscono che il DHA fornisce un contributo maggiore al miglioramento dell'ADHD.

Il dosaggio utilizzato nel gruppo trattato con olio di pesce ricco in DHA corrisponde a circa 1 fiala di VitaDHA al giorno da assumere prima di un pasto principale.

L’olio può essere assunto tal quale perché privo di odore/sapore di pesce ed aromatizzato al limone oppure può essere aggiunto a yogurt bianco o alla frutta, formaggi spalmabili o frullati.

Ci tengo a precisare che solo il medico potrà valutare l’applicabilità o meno di questo tipo di integrazione alla situazione del suo bambino.

Resto a disposizione per ulteriori informazioni.

Cordiali saluti,

Rosaria Ramondino
Farmacista e Chimico farmaceutico

*Per approfondire:





Lascia un Commento
  •  
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi

Abbiamo un Regalo PER TE!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno sconto del 5% nella tua casella email

 valido solo per i nuovi iscritti al sito web