**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Diabete di tipo 2

Diabete di tipo 2 e omega-3. Le notizie e gli articoli scientifici sul diabete e su come l'olio di pesce aiuta a tenere sotto controllo l'avanzare del problema.

  • Diabete di tipo 2: Omega-3 dell'olio di pesce proteggono il rene

    Diabete di tipo 2: l’olio di pesce protegge i reni I pazienti affetti da diabete tipo 2 potrebbero migliorare la salute del rene integrando la propria alimentazione con gli acidi grassi Omega-3 contenuti nell’olio di pesce. Lo suggerisce uno studio pubblicato da Diabetic Medicine, rivista della British Diabetic Association. I ricercatori del Dipartimento di Medicina dell’Università di Hong Kong (Cina) hanno dimostrato che dopo 12 settimane di assunzione di olio di pesce,  i livelli di creatinina nei pazienti diabetici diminuiscono in modo significativo. Omega-3 e rene Gli Omega 3 sono nutrienti tipici dei pesci che abitano mari e oceani. Anni di studi hanno dimostrato che l’olio di pesce ottenuto da queste specie, ad alto contenuto di questi acidi grassi, è un prezioso aiuto per la salute del cuore. Il maggiore consumo di olio di pesce è associato a una riduzione del rischio di malattie cardiovascolari. Esercita altresì un’azione significativa sullo sbilanciamento delle concentrazioni dei lipidi nel sangue. Nonostante ciò, gli effetti degli integratori a base di olio di pesce sulla funzione dei vasi sanguigni e sul metabolismo dei pazienti affetti da diabete di tipo 2 non sono stati ancora chiariti del tutto. Tuttavia, alcuni studi hanno rafforzato l’ipotesi che i integratori di olio di pesce ricchi in Omega-3 abbiano un effetto protettivo nei confronti del rene di chi soffre di diabete di tipo 2. Olio di pesce o olio di oliva? I ricercatori cinesi hanno condotto uno studio controllato su 97 individui affetti da diabete di tipo 2 che non avevano mai sofferto di disturbi cardiovascolari. Sono stati assegnati a 2 gruppi di trattamento: 49 di questi pazienti hanno assunto per 12 settimane 4 grammi al giorno di olio di pesce; 48 individui hanno assunto per uno stesso periodo dell’olio di oliva, che non è ricco di Omega-3. I ricercatori hanno valutato la funzionalità vascolare prima e dopo l’assunzione dei 2 tipi di supplementi. L’olio di pesce migliora la salute del rene nel diabete di tipo 2 Le analisi condotte hanno dimostrato che l’olio di pesce riduce significativamente i livelli di trigliceridi presenti nel siero di chi è affetto da diabete di tipo 2. Tuttavia, precisano gli autori, 12 settimane di trattamento non sono sufficienti ad ottenere un significativo miglioramento delle funzioni vascolari. Ciononostante, i livelli di creatina presenti nel siero, indice del funzionamento del rene, erano minori in chi aveva assunto l’olio di pesce che in chi aveva integrato la sua dieta con olio di oliva. In particolare, l’assunzione di Omega-3 per 12 settimane riduceva i livelli di creatinina di 4,5 micromoli per ogni litro di siero. Alti livelli di creatinina sono associati a danni della funzionalità renale: pertanto questi risultati indicano che l’olio di pesce, assunto per 12 settimane, migliora il funzionamento del rene nei pazienti che soffrono di diabete di tipo 2.   Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter. • Per informarti meglio sugli Omega 3 ed una vasta gamma di integratori, ad esempio: integratori per la pelle, integratori per abbassare il colesterolo, integratori gravidanza e integratori allattamento, integratori memoria, quelli che contengono coenzima q10 e vitamina d3 clicca sui links appena forniti. • Per scoprire i vantaggi dell’olio di krill, un olio di pesce ricchissimo di Omega 3, utile anche per combattere il lupus eritematoso o disturbi durante e post allenamento sportivo come il broncospasmo, clicca sui rispettivi links. Fonte 1. Wong CY, Yiu KH, Li SW, Lee S, Tam S, Lau CP, Tse HF, “Fish-oil supplement has neutral effects on vascular and metabolic function but improves renal function in patients with Type 2 diabetes mellitus”, Diabet Med. 2010 Jan;27(1):54-60


    Articolo pubblicato in Diabete, Diabete di tipo 2 ed è stato taggato con

  • Sindrome metabolica: gli Omega-3 riducono i fattori di rischio per diabete

    Sindrome metabolica: meno rischio di diabete con gli integratori a base di Omega 3 Gli acidi grassi Omega 3 possono migliorare i livelli dei lipidi nel sangue degli individui affetti da sindrome metabolica. Lo dimostra uno studio pubblicato dal Journal of Nutrition, secondo cui il rischio di sviluppare i seri problemi di salute associati a questo disturbo – come, ad esempio, il diabete – può essere ridotto abbinando a una dieta povera di grassi e ricca di carboidrati complessi l’assunzione di Omega-3. Secondo gli autori della ricerca gli integratori a base di olio di pesce, un supplemento ricco di questi acidi grassi, aiutano a correggere una serie di alterazioni metaboliche associate alla resistenza all’insulina. Queste includono la concentrazione di lipidi plasmatici dopo i pasti. Sindrome metabolica e fattori di rischio La sindrome metabolica è una condizione caratterizzata dalla presenza simultanea di diversi fattori che mettono a rischio la salute dell’organismo. Questi includono l’obesità, l’ipertensione, livelli elevati di lipidi nel sangue e alte concentrazioni di zuccheri nel sangue. Tutte queste condizioni aumentano la probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2. Non solo, le condizioni tipiche della sindrome metabolica corrispondono a un incremento di disturbi come le malattie cardiache e l’ictus. Le cause dell’instaurarsi di questa pericolosa situazione non sono del tutto note. Tuttavia, gli esperti ritengono che la sindrome metabolica sia il risultato di una combinazione di fattori genetici e ambientali. Fra questi ultimi è inclusa una dieta scorretta. Per questo motivo uno degli approcci più utilizzati per contrastare tale condizione è stato seguire un’alimentazione povera di acidi grassi saturi – quelli dannosi per la salute – e ricca in carboidrati complessi – come quelli contenuti in pane, pasta, riso e patate. Tuttavia alcuni studi hanno suggerito che una dieta di questo tipo non è sufficiente a ridurre i livelli elevati di lipidi nel sangue. Anzi, le ricerche più recenti hanno dimostrato che questo tipo di alimentazione potrebbe addirittura far aumentare le concentrazioni di grassi ematici. L’aiuto degli Omega-3 In questo nuovo studio un gruppo di ricercatori coordinato da José Lopez-Miranda dell’Università di Cordoba (Spagna) ha confermato che una dieta povera di grassi e ricca di carboidrati complessi può produrre degli effetti dannosi. Questi includono l’aumento dei livelli di trigliceridi e del colesterolo. Viceversa, la stessa dieta, abbinata all’assunzione di Omega-3, non ha effetti sui livelli di lipidi nel sangue. Non solo, una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi o povera di grassi, ma ricca di carboidrati complessi e Omega-3 corrisponde a una quantità inferiore di grassi circolanti nel sangue rispetto a quella rilevabile nel caso di un’alimentazione ricca in acidi grassi saturi o povera di grassi e ricca di carboidrati complessi. Acidi grassi contro la sindrome metabolica I dati ottenuti dai ricercatori spagnoli si confermano i risultati di ricerche precedenti secondo cui gli acidi grassi monoinsaturi possono influenzare positivamente i livelli di lipidi ematici. Inoltre secondo gli autori questo studio suggerisce l’utilità dell’assunzione di livelli elevati di Omega-3 in chi soffre di sindrome metabolica.   • Per informarti meglio sugli Omega 3 ed una vasta gamma di integratori, ad esempio: integratori per la pelle, integratori per abbassare il colesterolo, integratori gravidanza e integratori allattamento, integratori memoria, quelli che contengono coenzima q10 e vitamina d3 clicca sui links appena forniti. • Per scoprire i vantaggi dell’olio di krill, un olio di pesce ricchissimo di Omega 3, utile anche per combattere il lupus eritematoso o disturbi durante e post allenamento sportivo come il broncospasmo, clicca sui rispettivi links.


    Articolo pubblicato in Sistema cardiovascolare, Diabete, Sindrome metabolica, Diabete di tipo 2

Articoli da 11 a 12 di 12 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi