**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Occhio secco (ipolacrimia): gli Omega-3 dell'olivello selvatico riducono i sintomi dell'infiammazione

Ci sono 0 commenti

Gli acidi grassi Omega-3 contenuti nell'olio di olivello spinoso – una pianta diffusa in Europa e Asia – aiutano a ridurre i sintomi della sindrome dell'occhio secco (ipolacrimia).

A dimostrarlo è una ricerca pubblicata dal Journal of Nutrition, in cui un gruppo di ricercatori dell'Università di Turku (Finlandia) ha dimostrato che è sufficiente assumere 2 grammi di questo supplemento ogni giorno per tre mesi perché anche gli utilizzatori di lenti a contatto possano ridurre i sintomi del disturbo.

Lenti a contatto, ma non solo

La cheratocongiuntivite secca, più comunemente conosciuta come sindrome dell'occhio secco, è un disturbo caratterizzato da una scarsa produzione di lacrime o, in alternativa, da un'evaporazione rapida delle lacrime stesse.

Questi due fenomeni aumentano la secchezza dell'occhio. Di conseguenza, anche il rischio di infiammazione diventa maggiore.

 

occhio secco omega-3 aiutano

 

La patologia, che può danneggiare le strutture esterne dell'occhio, è più frequente in chi utilizza le lenti a contatto, in chi passa molto tempo di fronte allo schermo del computer e in chi è molto esposto al sole o al vento. Inoltre la sua incidenza nella popolazione può arrivare a includere il 30% degli individui di età superiore ai 50 anni.

Il rimedio

I ricercatori finlandesi hanno analizzato se i sintomi di questa patologia potessero essere alleviati tramite l'assunzione di olio di olivello.

In effetti questo supplemento alimentare ha già dimostrato in passato di possedere diverse proprietà benefiche per la salute. È noto, ad esempio, che l'olio di olivello è utile nel trattamento dell'eczema atopico e di altre malattie della pelle associate a una rigenerazione insufficiente.

Inoltre, questo rimedio allevia i sintomi della pelle stressata dalle radiazioni ultraviolette, la secchezza delle fauci, le ulcere alla bocca, allo stomaco e ai genitali, le infiammazioni delle vie urinarie, le cerviciti e le sinusiti.

Occhi non più secchi

Nello studio pubblicato dal Journal of Nutrition, Riikka Järvinen e colleghi hanno suddiviso 86 individui di età compresa tra i 20 e i 70 anni in due gruppi. Fra questi erano compresi sia soggetti che soffrivano di occhio secco perché producevano poche lacrime, sia persone che, invece, avevano lacrime che evaporavano troppo rapidamente.

A una prima parte dei partecipanti è stato indicato di assumere 2 grammi al giorno di olio di olivello, mentre tutti gli altri individui hanno assunto un placebo.

Lo studio ha avuto una durata complessiva di tre mesi, dall'autunno fino all'inverno.

Al termine della ricerca è stato rilevato che anche se in tutti i partecipanti era possibile osservare un aumento dell'evaporazione dell'acqua dall'occhio, in chi aveva assunto l'olio di olivello questo aumento era significativamente ridotto.

E l’effetto era ancora maggiore in quegli individui che avevano seguito meglio le istruzioni ricevute dagli autori della ricerca e avevano assunto almeno l’80% delle quantità totali del supplemento.

Il meccanismo d’azione

I ricercatori hanno concluso che la riduzione dell’infiammazione è stata, probabilmente, promossa dall’Omega-3 acido linolenico contenuto nell’olio di olivello spinoso.

Questo acido grasso, infatti, è il precursore di molecole dall’attività antinfiammatoria.

Inoltre, hanno aggiunto gli autori, l’olio di olivello è ricco di vitamina E. Questo antiossidante avrebbe protetto l’occhio dallo stress ossidativo che, danneggiando cellule e tessuti, attiva i processi di infiammazione.

Un aiuto contro il freddo

Secondo Järvinen e colleghi i risultati di questo studio suggeriscono che l'assunzione di olio di olivello spinoso potrebbe attenuare l'aumento della concentrazione delle lacrime tipico della stagione più fredda.

Inoltre potrebbe influenzare l'intensità massima di sintomi come il rossore e il bruciore in chi soffre di sindrome dell'occhio secco.

 

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.

 

 

Fonte

1. Larmo PS, Järvinen RL, Setälä NL, Yang B, Viitanen MH, Engblom JR, Tahvonen RL, Kallio HP, “Oral sea buckthorn oil attenuates tear film osmolarity and symptoms in individuals with dry eye”, J Nutr. 2010 Aug;140(8):1462-8. Epub 2010 Jun 16


Articolo pubblicato in Vista, Occhio secco-Ipolacrimia




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi