**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Artrite reumatoide: l’aumento di EPA nel plasma facilita la remissione della malattia

Ci sono 0 commenti

Gli omega-3 sarebbero in grado di contrastare la progressione dell’artrite reumatoide; ad ogni incremento di concentrazione dell'1% di EPA (acido eicosapentaenoico) nel plasma, è associato un aumento del 12% di probabilità di remissione della malattia.

È questo il risultato di una ricerca condotta da un gruppo di ricercatori dell’Università di Adelaide (Australia) e pubblicato sulla rivista British Journal of Nutrition nei mesi scorsi.

Artrite reumatoide: una patologia autoimmune che può portare alla disabilità

L'artrite reumatoide (AR) è una malattia infiammatoria cronica che colpisce principalmente le articolazioni, ma può interessare anche altri organi e tessuti.

La patologia causa progressivi danni alle articolazioni sia a livello osseo che cartilagineo. La deformazione articolare che ne consegue determina una perdita della capacità funzionale delle articolazioni fino alla disabilità.

La causa dell’AR non è nota, ma si ritiene che diversi meccanismi immunologici vengano alterati nel corso della malattia inducendo una reazione autoimmune e infiammazione.

Dal momento che non esiste una cura definitiva, obiettivo dei trattamenti è quello di ridurre i sintomi e migliorare la disabilità attraverso una terapia appropriata e tempestiva.

Farmaci mirati a ridurre l'azione infiammatoria di una molecola, detta fattore di necrosi tumorale (TNF), hanno rivoluzionato il trattamento dell'artrite reumatoide e gli acidi grassi omega-3 sembrano avere un ruolo in questo percorso.

In realtà, risale a più di 20 anni fa lo studio di Geusens e dei suoi colleghi dell’Università di Pellenberg in Belgio, che dimostrava come l’assunzione di circa 2.5 grammi di omega-3 al giorno era associata a significativi benefici clinici tra i pazienti consentendo a questi di ridurre l'uso di farmaci.

Il trattamento con alte dosi di omega-3 facilita la remissione della malattia

Nell’ambito dello studio australiano sono stati selezionati pazienti che avevano ricevuto la diagnosi di artrite reumatoide nei precedenti 12 mesi.

Ad un gruppo di essi è stato somministrato un trattamento giornaliero con basse dosi di omega-3 consistente in 0,21 grammi di EPA e 0.19 grammi di DHA (acido docosaesaenoico), mentre ad un altro gruppo sono stati prescritti 3.2 grammi di EPA e 2,3 grammi di DHA al giorno.

Le concentrazioni di omega-3 nel sangue erano risultate sovrapponibili tra i soggetti trattati con alte e basse dosi anche se le concentrazioni medie erano più alte nel gruppo ad alto dosaggio.

Dai risultati delle analisi è emerso che la concentrazione plasmatica dell’EPA era correlata al tempo di remissione della malattia; un incremento unitario di EPA (1% sugli acidi grassi totali) era associato con un aumento del 12% della probabilità di remissione durante il periodo di studio, e con la diminuzione del fallimento della terapia farmacologica usata.

Questi risultati confermano i dati di una ricerca pubblicata nel 2012, che analizzava 10 studi su pazienti affetti da AR, dalla quale era emerso il ridotto consumo di farmaci antinfiammatori nei pazienti che avevano assunto 2.7 grammi di omega-3 al giorno per più di 3 mesi.

Gli omega-3 proteggono la salute delle articolazioni

I dati ottenuti da questo studio sottolineano come gli omega-3 possano proteggere la salute delle articolazioni grazie alla loro azione antinfiammatoria.

I risultati evidenziano inoltre, come scritto gli stessi autori della ricerca, che i biomarcatori di Omega-3, in particolare l’EPA nel plasma, potrebbero fornire la possibilità di prevedere i risultati dei trattamenti farmaceutici nei pazienti affetti da artrite reumatoide.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli Omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.

Fonte: Proudman SM, Cleland LG, Metcalf RG, Sullivan TR, Spargo LD, James MJ. Plasma n-3 fatty acids and clinical outcomes in recent-onset rheumatoid arthritis. 2015 Br J Nutr doi: 10.1017/S0007114515002718

altre fonti: Geusens P, Wouters C, Nijs J, Jiang Y, Dequeker J. Long-term effect of omega-3 fatty acid supplementation in active rheumatoid arthritits. 1994 Athrit Rheumatol doi: 10.1002/art.1780370608

Lee Y-H, Bae S-C, Song G-G. Omega-3 polyunsaturated fatty acids and the treatment of rheumatoid arthritis: A meta-analysis. 2012 Arch Med Res doi: 10.1016/j.arcmed.2012.06.011


Articolo pubblicato in Sistema immunitario, Artrite reumatoide ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi