**Page description appears here**

Spedizione Express 24/48h Gratis con DHL e UPS per tutti gli ordini!

Dal 2005, omega-3 di qualità certificata. Ti puoi fidare!

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Offerta Speciale! Ricevi subito un Buono Sconto del 5% in segno di benvenuto. Clicca qui per i dettagli

Ricevi notizie, consigli e offerte con Omegor Newsletter

sono sicuro

Schizofrenia: gli omega-3 riducono la probabilità di insorgenza

Ci sono 0 commenti

Schizofrenia: meno casi grazie all'assunzione di omega-3

L’olio di pesce ricco di omega 3 potrebbe prevenire l’insorgenza di disturbi psicotici nei giovani a rischio; in particolare tre mesi di integrazione giornaliera riducono il rischio della progressione in schizofrenia. Questi miglioramenti sembrano inoltre persistere anche a distanza di anni dall’assunzione dei supplementi.

Lo riporta uno studio condotto dai ricercatori dell'Università di Melbourne (Australia) e pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature.

Gli omega-3 sono componenti dei neuroni

Gli acidi grassi omega-3 sono essenziali per lo sviluppo e la funzione neurale. Come componenti chiave del tessuto cerebrale, in particolare il DHA (acido docosaesaenoico), essi giocano un ruolo critico nello sviluppo del cervello e della sua funzione.

Gli acidi grassi omega-3, che si trovano in abbondanza nel pesce grasso come il salmone e lo sgombro ma sono anche disponibili in capsule di olio di pesce, sembrano aumentare l'efficacia di antidepressivi e migliorare l'attenzione.

La carenza di questi acidi grassi potrebbe inoltre essere implicata in una serie di condizioni mentali, tra cui la schizofrenia, una delle gravi e delle più comuni.

La schizofrenia è caratterizzata da deliri e allucinazioni visive o uditive. È spesso diagnosticata tra i 15 e i 35 anni di età, e nonostante possa essere causa di disabilità il trattamento farmacologico precoce sembra dare risultati positivi.

Dopo 7 anni gli effetti benefici degli omega-3 sono ancora visibili

Nel 2010 gli stessi scienziati dell’università Melbourne hanno pubblicato uno studio in cui avevano dimostrato che l’integrazione di 12 settimane con omega-3 poteva ridurre per circa un anno il rischio di progressione in disturbi psicotici in giovani, tra i 13 e i 24 anni, particolarmente predisposti.

In particolare, nell’ambito di quella ricerca, i ricercatori avevano selezionato ragazzi molto vulnerabili allo sviluppo di gravi malattie mentali, che avevano avuto allucinazioni transitorie o pensieri deliranti, o con una storia familiare di malattie mentali gravi.

In media, i giovani che rientrano in queste categorie hanno una probabilità del 35-40% di sviluppare la schizofrenia, e quasi 7 su 10 manifesteranno altri disturbi psichiatrici, tra cui depressione, disturbo bipolare e dipendenza da diverse sostanze.

In questo nuovo studio i ricercatori hanno completato le analisi precedenti, osservando gli stessi pazienti dopo quasi 7 anni dal trattamento con i supplementi di omega-3.

I risultati della nuova indagine hanno evidenziato che solo 4 giovani su 41 tra coloro che avevano assunto l'olio di pesce per tre mesi, avevano sviluppato psicosi nei sette anni successivi, a fronte dei 16 su 40 che avevano ricevuto una capsula di placebo durante il trattamento.

Al 54% dei soggetti del gruppo placebo erano stati inoltre prescritti farmaci antipsicotici nel corso dei 7 anni, mentre solo il 29% di quelli avevano assunto supplementi olio di pesce aveva avuto bisogno di tali terapie.

Del gruppo placebo, l’83% dei soggetti negli anni aveva manifestato una condizione psichiatrica diversa dalla schizofrenia, mentre tra coloro che avevano seguito l’integrazione solo il 53% aveva ricevuto altre diagnosi psichiatriche.

Olio di pesce e psicosi: un rapporto ancora da chiarire

Secondo i ricercatori che hanno condotto gli studi, tali risultati dimostrano che i supplementi di omega-3 hanno impedito l'insorgenza di disturbi psicotici anche dopo 7 anni dalla integrazione, e suggeriscono la possibilità di utilizzare gli acidi grassi polinsaturi come alternativa al trattamento farmacologico precoce, che comporta diversi effetti collaterali.

Saranno comunque necessari ulteriori studi per chiarire l’azione degli Omega-3 sulle psicosi nei giovani fortemente predisposti.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.

• Per approfondire sui trigliceridi e capire bene i trigliceridi cosa sono, cosa succede quando si hanno i trigliceridi alti e i trigliceridi bassi, clicca sui rispettivi links.
• Per informarti meglio, invece, su colesterolo hdl, ldl colesterolo, integratori per colesterolo, omega 3 colesterolo e su come abbassare il colesterolo senza farmaci clicca sui relativi links qui forniti.

Fonte: Amminger, G. P. et al. Longer-term outcome in the prevention of psychotic disorders by the Vienna omega-3 study. Nat. Commun. 6:7934 doi: 10.1038/ncomms8934 (2015).


Articolo pubblicato in Schizofrenia ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi

Abbiamo un Regalo PER TE!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno sconto del 5% nella tua casella email

 valido solo per i nuovi iscritti al sito web