**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Stress e stanchezza mentale

Stress e stanchezza mentale e le connessioni con il sistema nervoso e gli omega-3. Scopri gli articoli e le novità sul sito di Omegor.

  • Depressione stagionale: combattila con gli Omega 3

    L'autunno è ormai alle porte, lo dice il calendario e l'aria frizzante della mattina. Può essere un momento difficile dell'anno: il rientro dalle vacanze, lo stress della ripresa del lavoro e degli impegni quotidiani, gli orari da rispettare... Per affrontare lo stress e la stanchezza da rientro, gli Omega 3, sono ottimi alleati   Gli studi dimostrano infatti che le popolazioni che mangiano più pesce e hanno quindi un'alimentazione ricca di Omega 3 sono meno stressate e aggressive di altre. Come mai? La spiegazione è da ricercare nel nostro cervello e nella sua struttura. La materia asciutta del cervello è costituito per il 50%-60% dai lipidi.È l’organo più grasso del corpo e ha bisogno di acidi grassi essenziali per funzionare.Tra questi vi sono gli acidi grassi Omega 3 DHA e gli Omega 6 che consentono la formazione e la manutenzione dei neuroni. Tutti gli studi realizzati fanno pensare che gli acidi grassi Omega 3 (soprattutto l’EPA) agiscano sull’umore e permettano di limitare le depressioni, soprattutto quelle stagionali, attivando la secrezione della melatonina. Alimentazione: fai le scelte giuste! Come fare dunque ad assumere la giusta quantità di Omega 3? Prediligi senza esitazioni i pesci grassi ricchi di Omega 3 a lunga catena, cioè ricchi di “EPA” e “DHA”. Sono questi acidi grassi ad agire sui neuroni. Dai spazio alla varietà e alla qualità: sgombro, aringa, sardine, tonno e salmone. Per quanto possibile, dai la preferenza al salmone selvatico, più ricco di Omega 3 I pesci e i frutti di mare, inoltre, apportano proteine nobili, minerali degli oligoelementi (zinco, rame, fosforo, calcio...) e vitamina D che consente di sintetizzare il calcio. I raggi del sole, precursori di questa preziosa vitamina, non sono molto disponibili una volta finita l’estate ed è quindi bene integrarla con l'alimentazione o gli integratori La giusta quantità di Omega 3 giornaliera Il nostro fabbisogno è stimato a 2,5 g di Omega 3 ALA (acido alfa-linoleico) al giorno per gli uomini, e di 2g per le donne. Questo significa mangiare pesce grasso due o tre volte la settimana e integrare la dieta con olio di soia o colza, noci e frutta secca. E se vuoi conoscsere il tuo livello di Omega 3 prova il nostro Omegor Test e affidati ai nostri integratori


    Articolo pubblicato in Alimentazione, Omega-3 in pesce e crostacei, Stress e stanchezza mentale ed è stato taggato con

  • Rimedi allo stress: i cibi che contengono Omega-3 combattono ansia e tensioni

    Gli Omega-3 sono ingredienti fondamentali di un'alimentazione contro lo stress. Il nutrizionista Giorgio Calabrese e  lo psicoterapeuta Paola Vinciguerra, presidente dell'Associazione europea per il disturbo da attacchi di panico, lo sottolineano nel loro libro “Stress&Dieta. Consigli e rimedi per vivere al meglio”, edito da Kowalski. Cibi ricchi di Omega-3vitamina C, acqua nonché un corretto utilizzo del sale contribuiscono a proteggere l'organismo dall'effetto delle tensioni quotidiane. L'alimentazione delle persone stressate Stress e ansia influenzano in modo significativo i nostri comportamenti alimentari. Il cibo viene spesso considerato una forma di consolazione oppure un mezzo per superare stress, sensazioni di angoscia, avvilimento e abbattimento. Viceversa, alcuni comportamenti alimentari possono portare a rabbia o addirittura alla depressione. Esempi: Chi salta continuamente da una dieta all'altra. Chi passa la notte ad abbuffarsi. Chi bandisce totalmente alcuni cibi, reputati un nemico della forma fisica. Questi comportamenti rischiosi per la salute promuovono un rapporto malato con il cibo, che secondo Vinciguerra è ritenuto una sorta di "tecnica antistress". La dipendenza dal cibo nonché la messa al bando di alcuni alimenti sono in realtà un'arma a doppio taglio: l'alimentazione scorretta priva il corpo dei nutrienti necessari per combattere lo stress. I comportamenti alimentari da evitare Per gli autori alcuni comportamenti alimentari determinano un aumento di stress. Esempio: Chi salta il pranzo a causa dell'eccesso di lavoro e si consola poi con la cena. Magari eccede con gli alcolici per cercare di rilassarsi. Non occorre essere impegnati tutto il giorno perché le tensioni arrivino a compromettere la buona alimentazione: nei bambini l'ansia assorbita da una mamma troppo preoccupata che il suo piccolo mangi abbastanza è deleteria per il rapporto con il cibo. Il bambino può addirittura utilizzare il cibo come una specie di ricatto per sentirsi al centro dell'attenzione. Una dieta sana, già dalla prima colazione, è indispensabile per migliorare il rapporto con il cibo nonché allontanare ansia e ossessioni. I pasti debbono essere consumati seduti e con calma, per assaporare meglio il cibo. I cibi contro lo stress Calabrese e Vinciguerra consigliano vari cibi per difendersi dagli effetti collaterali di ansia e stress sulla salute: Arance, broccoli, kiwi, frutti di bosco, peperoni e pomodori, alimenti ricchi di vitamina C. Questo nutriente è indispensabile per la produzione di adrenalina, molecola fondamentale per riequilibrare il cervello sottoposto a stress. Carote, verdure a foglia verde, frutti gialli o arancioni, che forniscono la giusta dose di beta-carotene. Salmone,  tonno e sgombro, noci, cibi ricchi di Omega-3, acidi grassi dalle notevoli proprietà benefiche per la salute. Altre regole alimentari antistress fondamentali: Bilanciare il consumo di sale. Bere almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno. Limitare il consumo di grassi. Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.


    Articolo pubblicato in Sistema nervoso, Stress e stanchezza mentale ed è stato taggato con

  • Stress: Omega-3 per ridurre variazioni pressione sanguigna

    L'assunzione degli Omega-3 EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico) riduce le variazioni di pressione sanguigna associate allo stress. E' questo quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Biological Psychology, frutto del lavoro dei ricercatori dell'Allegheny College di Meadville, negli Stati Uniti. La notizia conferma i benefici di questi nutrienti per la salute cardiovascolare. Stress, cuore e Omega-3 L'eccessiva reattività del sistema cardiocircolatorio alle situazioni di stress è un fattore di rischio per  lo sviluppo delle malattie cardiovascolari. Non solo: una risposta esagerata aumenta anche la probabilità che queste patologie siano fatali. Infatti, l'accumulo di stress si traduce in: richiesta eccessiva di sangue dal sistema circolatorio; riduzione del flusso sanguigno alle cellule; aumento dei livelli di infiammazione. Tutti questi fattori provocano danni al sistema cardiovascolare. Anche un'alimentazione sbilanciata può avere effetti deleteri per cuore e vasi sanguigni. Una dieta tipica dei moderni paesi occidentali, ricca di acidi grassi Omega-6, ma povera di Omega-3, mette in serio pericolo la salute dell'apparato cardiocircolatorio. Omega-3 per proteggere cuore e arterie Diversi studi hanno dimostrato che gli acidi grassi Omega-3 possono migliorare l'attività del sistema cardiovascolare. Per questo motivo, i ricercatori dell'Allegheny Colleg hanno deciso di analizzare l'effetto della somministrazione di questi nutrienti sulle funzioni dell'apparato cardiocircolatorio. I 34 soggetti che hanno partecipato allo studio, tutti giovani e in buono stato di salute, sono stati casualmente assegnati a uno di 2 possibili gruppi: i partecipanti del primo hanno assunto per 21 giorni una miscela pari a 1,4 grammi di Omega-3 EPA  e DHA; ai partecipanti del secondo è stato invece somministrato un placebo non contenente questi acidi grassi. Gli scienziati hanno poi assegnato a tutti gli individui degli esercizi di aritmetica consistenti nell'esecuzione di sottrazioni seriali a partire da un numero a 4 cifre. Durante i test sono stati valutati i parametri del funzionamento del sistema cardiovascolare. In particolare è stato misurato come cuore e arterie reagiscono a situazioni di stress mentale, come quella verificatasi durante l'esecuzione di tali esercizi. In base ai dati raccolti, i ricercatori hanno potuto concludere che l'assunzione di EPA e DHA, ma non quella del placebo, riduce la reattività della pressione sanguigna allo stress. Omega-3 per proteggere il cuore dallo stress Per gli autori questa ricerca dimostra che l'assunzione di acidi grassi Omega-3 può aiutare a ridurre le variazioni dell'attività dell'apparato cardiovascolare associate allo stress. La scoperta aggiunge nuovi dettagli al quadro dei benefici degli Omega-3 per il cuore, che includono il controllo dei livelli di grassi nel sangue, l'azione antitrombotica e quella antinfiammatoria e la riduzione del rischio di eventi pericolosi come l'infarto.     Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.


    Articolo pubblicato in Sistema nervoso, Sistema cardiovascolare, Stress e stanchezza mentale, Malattie cardiovascolari ed è stato taggato con

3 Articoli

 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi