**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Tumore alla prostata: la probabilità di sopravvivere è minore quando la vitamina D è bassa

Ci sono 0 commenti

Sembra esserci un'associazione tra gli alti livelli di vitamina D nel sangue e la maggiore probabilità di sopravvivere al tumore della prostata. Gli uomini con una concentrazione più elevata della vitamina, misurata prima della diagnosi della malattia, mostrano un rischio inferiore del 28% di morire, rispetto a quelli con concentrazioni più basse.

Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, condotto dai ricercatori del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland (USA).

Vitamina D e tumori

La vitamina D è una molecola che agisce come ormone, ed è fondamentale per assicurare un buon assorbimento del calcio nell'intestino e garantire una corretta mineralizzazione dell'osso.

L’introito di vitamina D è possibile sia attraverso gli alimenti consumati con la dieta, sia grazie all’esposizione solare; in entrambi i casi essa si presenta in forma biologicamente inattiva e la sua attivazione prevede alcune reazioni nell’organismo.

Tra gli alimenti, la vitamina D si trova principalmente nell’olio di fegato di merluzzo, in alcuni pesci come sgombro, salmone, trote, sardine, aringhe, nel latte di mucca e capra, nel tuorlo d’uovo, nel fegato di pollo, nelle frattaglie e nel germe di grano.

La forma circolante principale della vitamina D è l’25- idrossivitamina D (25 (OH) D) che viene convertita in 1-25- diidrossivitamina D. Nonostante quest’ultima sia la forma biologicamente attiva non viene usata come indicatore dello stato vitaminico di un individuo, a causa della breve capacità di restare in circolazione.

Al contrario la 25-idrossivitamina D, con un’emivita di circa 2 settimane, viene utilizzato per stimare i livelli di vitamina D in una persona.Il range di normalità in un adulto della 25 (OH) D è compreso tra i 30 e gli 80 ng /mL

Oltre al noto ruolo sul metabolismo delle ossa, la vitamina D svolge anche funzioni importanti nella regolazione del sistema immunitario, e nel prevenire malattie come il diabete, malattie autoimmuni, infettive e cardiovascolari.

E stato ipotizzato che la vitamina D possa inoltre contrastare molti tipi di neoplasie tra cui il tumore alla prostata, sebbene gli studi a riguardo siano ancora pochi e dai risultati discordanti.

Più  25 (OH) D più sopravvivenza al cancro

Durante lo studio, diretto da Alison Mondul del Department of Health and Human Services, sono stati analizzati i dati di 1000 soggetti che avevano preso parte ad un grande studio mentre erano in buona salute, e a cui era stato in seguito diagnosticato il cancro alla prostata.

Di ogni uomo erano note le concentrazioni di 25-(OH) D nel sangue e, in base a specifiche analisi statistiche, è emerso che coloro a cui erano stati misurati i livelli maggiori di questa forma della vitamina avevano un rischio minore del 28% di morire di tumore alla prostata, rispetto a quelli con i valori inferiori.

L’associazione sembrava essere indipendente dal grado del tumore al momento della diagnosi, ed era più forte tra gli uomini che erano sopravvissuti per un maggior numero di anni.

Questi dati sono risultati essere molto promettenti, sebbene contrastanti con quelli di altri lavori che non hanno trovato alcuna associazione tra i livelli di vitamina D e la mortalità per cancro alla prostata.

Secondo Mondul, gli studi precedenti avevano preso in considerazione un numero di soggetti troppo esiguo, inoltre, le altre ricerche avevano misurato i livelli di vitamina D al momento della diagnosi della malattia, oppure incluso gli uomini con tumori in fase avanzata, ignorando il fatto che cancro e metastasi possono influenzare lo stato vitaminico.

Gli step che hanno portato i ricercatori alle conclusioni

Lo studio è iniziato nel 1985 ed ha coinvolto circa 29.000 uomini di età compresa tra i 50 e i 69 anni senza particolari problemi di salute.

Ad ogni soggetto sono stati misurati i livelli nel siero di 25-idrossivitamina D e altri fattori, inoltre, specifici questionari riguardanti la dieta e la storia medica sono stati completati da tutti i partecipanti, all’inizio della ricerca.

Dopo 23 anni a 1.000 partecipanti è stato diagnosticato il tumore alla prostata e 363 di essi sono morti per la malattia.

Gli uomini con livelli di 25 (OH) D maggiori tendevano ad essere più anziani al momento della raccolta del sangue e al momento della diagnosi di cancro alla prostata, ed erano fisicamente più attivi degli altri, inoltre, sia con la dieta che con i supplementi consumavano maggior quantità di vitamina D.

Integrazione con vitamina D per vivere di più?

I risultati ottenuti dimostrano che gli uomini con cancro alla prostata che mostravano maggiore 25 (OH) D nel siero avevano meno probabilità di morire per la malattia rispetto agli uomini con livelli sierici più bassi.

Secondo i ricercatori che hanno condotto lo studio, un dato così clinicamente rilevante, cioè la riduzione della mortalità dovuta alla malattia, se confermato, potrebbe avere importanti implicazioni per la salute pubblica, tra cui, considerare l’integrazione con la vitamina D negli uomini colpiti da tumore alla prostata.

Fonte: Alison M. Mondul1, Stephanie J. Weinstein, Kristin A. Moy, Satu Mannisto, and Demetrius Albanes. Circulating 25-hydroxyvitamin D and prostate cancer survival. Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention Published OnlineFirst January 25, 2016.


Articolo pubblicato in Cancro alla prostata ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi