**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Vie respiratorie

Vie respiratorie: Tutti gli studi su omega 3 e vitamina D

Leggi di più su come ridurre il rischio di asma e di altri problemi legati alle vie respiratorie con la costante assunzione di Omega-3 e vitamina D.

  • Asma: gli integratori di vitamina D proteggono dagli attacchi acuti e riducono il rischio di ospedalizzazione

    Gli integratori di vitamina D possono moderare i sintomi e la gravità dell’asma, se somministrati insieme agli usuali farmaci. Il trattamento con i supplementi di vitamina D, infatti, riduce dal 6% a circa il 3% il rischio di attacchi di asma che richiedono ricovero ospedaliero, e il numero medio annuo di crisi asmatiche, per persona. Non sembra migliorare, invece, i sintomi giornalieri della malattia. Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Bronchi ed è stato taggato con

  • Asma: la carenza di vitamina D può favorire la riacutizzazione

    Gli asmatici con deficit di vitamina D possiedono il 25% di probabilità in più di manifestare attacchi respiratori acuti. Lo screening dei livelli della vitamina e il ripristino delle normali quantità, anche tramite gli integratori, potrebbe rappresentare una semplice strategia per gestire gli attacchi di asma e migliorare la qualità di vita. Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Bronchi ed è stato taggato con

  • Omega-3 contrasta il broncospasmo in atleti e sportivi

    L'assunzione di Omega-3, acidi grassi indispensabili alla salute del nostro organismo, aiuta a ridurre il broncospasmo provocato dall'attività fisica in atleti e sportivi. Lo rivela un articolo pubblicato sull'American Journal of Respiration Critical Care Medicine. Broncospasmo: cos'è e quali sono le cause Il termine broncospasmo indica un temporaneo restringimento dei bronchi, causato da una contrazione involontaria o anomala della muscolatura liscia bronchiale nonché dall'irritazione dei tessuti circostanti. In atleti e sportivi, le cause del broncospasmo sono le seguenti: aumento dell'attività respiratoria provocata dallo sforzo e dall'attività fisica; esposizione ad allergeni o ad agenti che provocano irritazioni; batteri, virus e sostanze tossiche presenti nell'aria; inalazione eccessiva di aria secca; inalazione eccessiva di aria fredda. Proprietà antinfiammatorie degli Omega-3: l'azione di contrasto Le proprietà antinfiammatorie di queste molecole aiutano a ridurre i sintomi del broncospasmo, apportando miglioramenti (considerati dagli studiosi come lievi) alle condizioni respiratorie. Del resto, i benefici degli Omega-3 per la salute delle vie respiratorie sono ben noti: il miglioramento delle funzioni polmonari in coloro che soffrono di asma o bronchite cronica è uno di essi. Rimedi per il broncospasmo: integrazione alimentare con Omega-3 L'integrazione alimentare con Omega-3 consente di alleviare lo stato di malessere causato da questa infiammazione. Tali acidi grassi possono essere introdotti e assimilati innanzitutto grazie al pesce: salmone sgombro sardine acciughe aringhe tonno halibut pesce spada trota di torrente Altre fonti Omega-3 alimentari includono cereali, legumi e semi oleosi. È tuttavia possibile associare alla propria alimentazione integratori a base di olio pesce. Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.


    Articolo pubblicato in Vie respiratorie, Bronchi ed è stato taggato con

  • Omega-3 aumentano la funzione dei polmoni durante lo sport

    L’assunzione di Omega-3 durante un periodo di allenamento intensivo può migliorare la funzionalità dei polmoni degli atleti. L’azione di questi acidi grassi, dimostrata da una ricerca pubblicata sul Journal of Science and Medicine in Sport, è efficace durante e dopo l’esercizio fisico. Per questo motivo gli Omega-3 di origine marina trovano uno spazio nel mercato dell’alimentazione e degli integratori per lo sport.     La ricerca pubblicata dal Journal of Science and Medicine in Sport è stata condotta da un gruppo internazionale di ricercatori provenienti dall’Università di Urmia (Iran) e dall’Università di Tubinga (Germania). Omega-3 e allenamento, combinazione vincente per i polmoni Lo studio ha previsto il coinvolgimento di 40 atleti non professionisti e non fumatori di età media pari a 18,6 anni, tutti praticanti lotta libera. I partecipanti sono stati assegnati casualmente a uno di 4 possibili gruppi sperimentali. Ai primi 10 è stato assegnato un allenamento di 3 sedute a settimana, per un totale di 12 settimane. Contemporaneamente, i ricercatori hanno chiesto loro di assumere per lo stesso periodo 1 grammo al giorno di un supplemento di Omega-3 contenente 180 milligrammi di acido eicosapentaenoico (EPA) e 120 milligrammi di acido docosaesaenoico (DHA). Altri 10 atleti, che hanno formato il cosiddetto “controllo attivo”, hanno seguito lo stesso programma di allenamento, ma al posto del supplemento di Omega-3 hanno assunto un placebo. I 10 individui del “controllo inattivo” non hanno invece eseguito nessun tipo di allenamento, ma hanno ricevuto la stessa dose di Omega-3 assunta dal primo gruppo di atleti. Infine, i restanti partecipanti si sono allenati 3 volte alla settimana per 12 settimane senza assumere né gli Omega-3 né il placebo. I ricercatori hanno valutato la capacità polmonare di ciascun partecipante all’inizio della sperimentazione e al termine delle 12 settimane di allenamento. Fra i parametri misurati sono stati inclusi la capacità vitale forzata (FVC), ovvero il volume d'aria espirata forzatamente dopo aver inspirato la quantità maggiore possibile di aria, e il volume espiratorio forzato in 1 secondo (FEV1), ossia il volume di aria espirata nel primo secondo di un'espirazione forzata. Questi 2 parametri hanno permesso di: determinare il volume dei polmoni e il flusso d’aria al loro interno; dimostrare che la combinazione tra esercizio intensivo e Omega-3 migliora entrambi questi fattori. In particolare, è stato possibile osservare un aumento del 53% della FVC rispetto a quella degli altri atleti, mentre nel caso del FEV1 l’incremento è stato pari al 41%. I vantaggi per gli sportivi Gli autori della ricerca hanno sottolineato che i risultati ottenuti nel corso di questo studio costituiscono la prima prova dei benefici degli Omega-3 per la funzionalità dei polmoni degli atleti durante i programmi di allenamento. Nonostante siano necessari ulteriori studi per chiarire i meccanismi alla base di questa efficacia, i ricercatori evidenziano le implicazioni che questa scoperta potrebbe già avere sul lavoro di allenatori, personal trainer e fisiologi che mettono a punto programmi di allenamento sia per i lottatori professionisti, sia per chi pratica lo sport a livello amatoriale.


    Articolo pubblicato in Vie respiratorie, Polmoni ed è stato taggato con

4 Articoli

 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi