**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Blog Omega-3

  • Sclerosi multipla: La supplementazione con Vitamina D può bloccare l’azione dei linfociti autoimmuni

    La vitamina D è in grado di bloccare l’infiammazione cerebrale, tipica della sclerosi multipla, dovuta all’azione dei linfociti T sui neuroni. Essa infatti, nei topi da laboratorio, sembra interferire con la migrazione delle cellule immunitarie dai linfonodi al sistema nervoso centrale. Nuovi studi potranno dunque far luce sul ruolo della supplementazione con vitamina D nella prevenzione e nella cura della malattia. Questo è quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora (USA) e pubblicato sulla rivista PNAS. Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Sclerosi multipla ed è stato taggato con

  • In gravidanza il rapporto tra l’assunzione di Omega-6 e Omega-3 influenza il neurosviluppo del feto

    Un’alimentazione ricca di Omega-6 e povera di Omega-3 durante la gestazione è associata  a anomalie nello sviluppo celebrale del feto. Un inadeguato introito di acidi grassi polinsaturi da parte della madre, dunque, aumenta il rischio per il nascituro di sviluppare carenze cognitive e comportamentali. Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Alimentazione in gravidanza ed è stato taggato con

  • Diabete mellito gestazionale: così la trasmissione degli Omega-3 al feto è compromessa

    Le donne affette da diabete mellito gestazionale, un’alterazione del metabolismo del glucosio che compare in gravidanza, possiedono basse concentrazioni dell’Omega-3 DHA (acido docosaesaenoico) nel plasma, nella placenta e nel cordone ombelicale. Questa condizione potrebbe limitare il passaggio del DHA al feto e dunque causare dei deficit dello sviluppo neuronale Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Diabete ed è stato taggato con

  • Obesità: l’assunzione di Omega-3 aiuta a ridurre l’apporto energetico

    La supplementazione con l’ Omega-3 DHA (acido docosaesaenoico) può essere utile a limitare le calorie assunte, nelle donne obese o in sovrappeso. Questa azione è dovuta alla capacità degli Omega-3 di ridurre l’appetito. Sebbene non siano stati ancora accertati gli effetti sul peso corporeo, il DHA, potrebbe essere utile nel trattamento dell’obesità e delle patologie ad essa correlate. Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Problemi di peso ed è stato taggato con

  • Torta tutti frutti senza uova e burro

    Un'alimentazione sana e leggera, naturalmente ricca di acidi grassi e vitamine, è la miglior scelta per aumentare anche i risultati dei nostri integratori. Per questo oggi vi proponiamo la ricetta di un dolce buono ma non grasso, ricco di frutta, antiossidanti naturali e soprattutto buona! Credits: starbooksblog Torta di frutta senza latte, uova e burro Ingredienti 1 mela piccola 250 gr di mirtilli 1 banana 1 limone 150 gr di zucchero di canna 60 gr di olio di semi 200-250 gr di acqua 300 gr di farina (anche integrale) 1 busta di vanillina 1 busta di lievito per torta Preparazione Sbucciate la mela e la banane e tagliatele a pezzetti. Lavate i mirtilli e fateli asciugare. Versate la frutta in una ciotola e bagnatela con il succo del limone e mettetela da parte. In un'altra ciotola versate tutti gli ingredienti - farina, lievito, zucchero, olio di semi -  e iniziate ad amalgamare il tutto aggiungendo l’acqua a filo. Dovete ottenere in impasto bello morbido. Quando l’impasto e ben amalgamato aggiungete la frutta. Foderate con la carta forno uno stampo da 22 -23 cm, versate l’impasto e infornatelo a 180°per 40 -45 minuti. Sfornate, fate intiepidire e buon appetito!


    Articolo pubblicato in Alimentazione, Vegani e vegetariani, Ricette ed è stato taggato con

  • La perdita ossea in post-menopausa può essere limitata da alte dosi di Vitamina D

    L’assunzione giornaliera di 1000 UI di Vitamina D, corrispondenti a 25 µg, può rallentare la perdita di densità ossea, una condizione molto diffusa tra le donne in età avanzata. Per dosi inferiori invece, come ad esempio 400 UI giornaliere, la vitamina non è in grado svolgere tale azione protettiva.  Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Osteoporosi ed è stato taggato con

  • L’azione degli Omega-3 può essere incrementata dai vegetali a foglia verde scuro

    Assumere Omega-3 e contemporaneamente seguire una dieta ricca di vegetali a foglia verde scuro, aumenta la concentrazione degli acidi grassi essenziali EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico) nelle membrane dei globuli rossi. Per una supplementazione più efficace, si potrà dunque in futuro associare a determinate dosi di Omega-3 uno specifico regime alimentare.  Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Vegani e vegetariani ed è stato taggato con

  • Tumore alla prostata: olio di pesce e una dieta povera di grassi ne rallentano la progressione

    Assumere omega-3 da olio di pesce e seguire un regime dietetico con pochi grassi può rendere il tumore della prostata meno aggressivo. Questa combinazione ridurrebbe, infatti, la presenza di molecole pro-infiammatorie nel sangue e sarebbe in grado di rallentare la proliferazione delle cellule cancerose. La dieta, e in particolare il rapporto tra l’introito di Omega-3 e Omega-6, può dunque influenzare la progressione della malattia. La scoperta, realizzata dai ricercatori dell’University of California di Los Angeles (USA), e pubblicata sul Cancer Prevention Research, deriva da uno studio condotto nel 2011 al fine di stabilire gli effetti del regime alimentare sulla biologia del cancro. Leggi tutto l'articolo


    Articolo pubblicato in Cancro alla prostata ed è stato taggato con

  • Sindrome da occhio secco migliora con omega-3 e omega-6 assunti per 6 mesi

    Secondo uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Cornea l’integrazione con acidi grassi omega-3 e omega-6 potrebbe ridurre il corteo sintomatologico della sindrome da occhio secco. Quando si parla di occhio secco, cheratocongiuntivite secca o dry eye, si intende il disturbo causato dalla scarsa produzione di liquido lacrimale a causa dell’atrofia parziale o totale delle ghiandole lacrimali o per l’eccessiva evaporazione del film lacrimale. Questo disturbo può essere riconducibile a cause primarie o secondarie: la sindrome di Sjörgenè un esempio di occhio secco da causa primaria, conseguenza di una malattia autoimmune. Mentre l’occhio secco da cause secondarie determina l’instaurarsi del disturbo a seguito, per esempio, di blefariti, congiuntiviti o l’uso protratto di lenti a contatto. Le donne sono le più colpite A soffrire maggiormente di occhio secco sono le donne di età compresa fra i 40 e i 60 anni. Chi è affetto dal problema lamenta bruciore, sensazione di corpo estraneo nell’occhio, fotofobia, difficoltà nell’apertura della palpebra al risveglio e nei casi più gravi dolore e annebbiamento visivo. Una corretta idratazione oculare è indispensabile per convivere con il disturbo, ma spesso solo questo accorgimento non riduce adeguatamente la sintomatologia. Lo studio Secondo uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Cornea e condotto da un equipe di ricercatori del Lee Laboratory for Ocular Pharmacology at Eastern Virginia Medical School guidati dal professor John Sheppard, una integrazione alimentare con olio di pesce omega-3 EPA e DHA e omega-6 GLA potrebbe contribuire alla salute dell’occhio nelle persone con cheratocongiuntivite secca con sintomatologia da grave a moderata. I ricercatori hanno arruolato per lo studio 38 donne in post menopausa e in maniera del tutto casuale le hanno invitate ad assumere per 6 mesi o un integratore di omega 3 EPA (125mg) e DHA (99mg), combinato con omega 6 acido gamma linoleico GLA (240mg) e antiossidanti o un placebo. I sintomi migliorano grazie alla riduzione dell'infiammazione Le donne che hanno assunto l’integratore hanno evidenziato, già dopo 3 mesi di integrazione, una riduzione significativa  nei segni di irritazione dell’occhio caratteristici della loro problematica e una cornea più levigata rispetto alle pazienti in trattamento con placebo. L’integrazione nutrizionale nelle pazienti ha bloccato la progressione dell’infiammazione, mentre nelle donne che hanno assunto il placebo l’irritazione e l’infiammazione sono nettamente peggiorate durante i 6 mesi di studio. La produzione lacrimale così come il relativo tempo per il rilascio erano uguali fra i due gruppi. Questo dimostrò che la supplementazione con acidi grassi essenziali ha prodotto un miglioramento della sintomatologia riducendo l'infiammazione e non mediante l'aumento della produzione lacrimale. Lo studio è stato condotto su donne in menopausa, una rappresentanza della popolazione che maggiormente soffre del disturbo, ma probabilmente l’integrazione con omega-3 e omega-6 potrebbe essere di sollievo anche in altre categorie di pazienti che soffrono di occhio secco. Sull’argomento servono sicuramente studi ulteriori. Potrebbe essere utile segnalare qui un nostro integratore, Omegor Twinefa, che combina omega 3 EPA e DHA ad alta concentrazione con omega 6 GLA.   Tag: sindrome da occhio secco, omega-3, omega-6 Fonte: Sheppard, John D. Jr, Singh, Ruhi, McClellan, Andrew J., et al. "Long-term Supplementation With n-6 and n-3 PUFAs Improves Moderate-to-Severe Keratoconjunctivitis Sicca: A Randomized Double-Blind Clinical Trial". Published online ahead of print, doi: 10.1097/ICO.0b013e318299549c


    Articolo pubblicato in Vista, Occhio secco-Ipolacrimia

  • Proteggere la pelle dei bambini dai danni del freddo

    Il cambio di stagione e l'abbassamento delle temperature, gli sbalzi tra caldo e freddo, possono rovinare la nostra pelle rendendola sensibile e screpolata. Ancora di più quella dei bambini, più sensibile e delicata. Una protezione esterna con creme e abbigliamento adeguato può non bastare a proteggere da secchezza e dermatiti da freddo. Imparare dagli eschimesi: dieta ricca di Omega-3 Avete già letto il nostro articolo dedicato agli eschimesi? Ci si è chiesti per anni come facessero a proteggersi dal freddo e a mantenere la pelle in salute anche a temperature proibitive. La dieta degli eschimesi è ricca di Omega 3 e vitamine B. Il cocktail vincente: Omega-3 e vitamine B Impariamo allora quali alimenti possono aiutare a rinforzare la pelle e a superare il freddo inverno. Vitamina B3: protegge la pelle e l'efficienza dei vasi sanguigni. Agisce da vasodilatatore, molto importante quindi anche per chi fa sport perché aiuta l'ossigenazione dei tessuti e permette l'eliminazione delle scorie. Si trova soprattutto nelle carni di maiale e nel pollame, nel fegato di manzo, nel pesce spada, salmone e tonno. In frutti come i mirtilli, i funghi, le arachidi e nel lievito di birra. Vitamina B5: si trova nelle aragoste e nei crostacei e in carne rossa, fegato, lenticchie, piselli, soia, cereali integrali, germe di grano, uova, arachidi e pappa reale Omega 3: gli omega-3 sono componenti fondamentali delle membrane biologiche e del tessuto epiteliale. Inoltre questi acidi grassi essenziali partecipano anche alla formazione del film idrolipidico prodotto a livello della cute e del cuoio capelluto dalle ghiandole sebacee e da quelle sudoripare. Sono contenuti in salmone e tonno, pesce azzurro, semi e olii di semi, soia e in molte verdure come spinaci, broccoli, lattuga e cavolo verde, noci, cereali (sopratutto integrali) e alghe.


    Articolo pubblicato in Alimentazione, Neonati e bambini, Pelle ed è stato taggato con

Articoli da 161 a 170 di 395 totali

Pagina:
  1. 1
  2. ...
  3. 15
  4. 16
  5. 17
  6. 18
  7. 19
  8. ...
  9. 40
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi