**Page description appears here**

Spedizione Express 24/48h Gratis con DHL e UPS per tutti gli ordini!

Dal 2005, omega-3 di qualità certificata. Ti puoi fidare!

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Offerta Speciale! Ricevi subito un Buono Sconto del 5% in segno di benvenuto. Clicca qui per i dettagli

Ricevi notizie, consigli e offerte con Omegor Newsletter

sono sicuro

I danni del fumo: perché il cuore è in pericolo?

Ci sono 0 commenti

Il fumo non è dannoso solo per i polmoni, ma anche per il cuore. Ecco quali sono i suoi effetti negativi sull'apparato cardiovascolare

Ormai lo sappiamo: il fumo nuoce gravemente alla salute. Fumare è una delle cause principali di bronchiti, enfisemi, asma, infezioni respiratorie ricorrenti e tumore ai polmoni; inoltre promuove l'invecchiamento della pelle e danneggia numerosi organi, aumentando il rischio di cancro della vescica, del fegato, del pancreas, della laringe e dell'esofago, e può danneggiare i reni e la retina. Ma c'è di più: il fumo, infatti, fa male anche al cuore e alle arterie.

Il fumo e il rischio cardiovascolare

In effetti il fumo di tabacco è anche una delle cause principali di malattie cardiovascolari. Secondo i dati a disposizioni, più di 1 decesso per problemi a cuore o arterie su 10 fra quelli
avvenuti in tutto il mondo nel solo anno 2000 è stato causato proprio dal fumo.

L'effetto del fumo è indipendente da quello di altre cause di problemi cardiovascolari; in altre parole, anche in assenza di altri fattori di rischio (come il colesterolo alto) il cuore di un fumatore è più in pericolo rispetto a quello di un non fumatore. Tuttavia, il fumo influenza anche altri fattori di rischio cardiovascolare (per esempio i livelli di lipidi nel sangue, ma anche l'ipertensione e il diabete).

L'azione del fumo sugli altri fattori di rischio cardiovascolare è moltiplicativa. Per esempio, secondo le stime se il solo fumo raddoppia il livello di rischio la presenza contemporanea di un altro dei principali fattori di rischio cardiovascolare porta a quadruplicarlo, mentre la presenza di altri due fattori di rischio lo fa aumentare di 6 volte rispetto a quello corso da un non fumatore.

I meccanismi di azione del fumo

All'interno del fumo di tabacco sono presenti oltre 4 mila sostanze chimiche. Una delle più pericolose è il catrame, a sua volta contenente sostanze cancerogene e sostanze irritanti, ma non bisogna sottovalutare nemmeno gli effetti negativi della nicotina: oltre a indurre dipendenza, questa sostanza influenza anche l'apparato cardiovascolare.

Oggi si sa che la nicotina e le sostanze ossidanti presenti nel fumo danneggiano il tessuto che riveste internamente la parete delle arterie. Inoltre il fumo è alla base della comparsa di uno stato di infiammazione cronica che contribuisce al processo di aterosclerosi [inserire link a contenuto speciale: “L'aterosclerosi: significato, cause, sintomi e cura”] e aumenta il rischio che si formino coaguli di sangue che possono ostruire le arterie limitando o bloccando il flusso del sangue. Infine, il fumo altera i livelli di lipidi nel sangue, facendo aumentare i trigliceridi e riducendo, invece, il colesterolo “buono”.

Come proteggere il cuore dal fumo

Il modo migliore per proteggere il cuore da tutti questi effetti negativi è non iniziare mai a fumare. Non è mai troppo tardi nemmeno per smettere: abbandonare per sempre le sigarette riduce i rischi corsi anche da chi convive con una coronaropatia.

I metodi per smettere non mancano: da quelli basati sull'uso di prodotti a base di nicotina o di altre sostanze che aiutano a combattere i sintomi dell'astinenza al sostegno psicologico, esistono opzioni adatte ai casi più diversi.

Per ridurre ulteriormente il rischio cardiovascolare potrebbe essere utile assumere anche farmaci o integratori che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo o di trigliceridi. Parlarne con il proprio medico può aiutare a capire se potrebbero essere adatti al proprio caso.

Fonti:

• . Centers for Disease Control and Prevention (US); National Center for Chronic Disease Prevention and Health Promotion (US); Office on Smoking and Health (US). Atlanta (GA): Centers for Disease Control and Prevention (US); 2010.How Tobacco Smoke Causes Disease: The Biology and Behavioral Basis for Smoking-Attributable Disease: A Report of the Surgeon General.
• . MedlinePlus. Thrombus. https://goo.gl/bCLmVT. 11/06/18
• . Ministero della Salute. Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria. 5 gennaio 2018. DANNI DERIVATI DALL’USO DEL TABACCO
• . Ministero della Salute. www.salute.gov. Fumo. https://goo.gl/uSQyFL. 11/06718

Immagine: Pixabay


Articolo pubblicato in Speciale cuore, 9. I danni del fumo ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi

Abbiamo un Regalo PER TE!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno sconto del 5% nella tua casella email

 valido solo per i nuovi iscritti al sito web