**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Donne in gravidanza: solo un quarto di esse assume abbastanza Omega-3

Ci sono 0 commenti

Nonostante sia fondamentale per lo sviluppo del feto, solo il 27% delle donne in gravidanza mostra livelli di Omega-3 che soddisfano le attuali indicazioni dell' Unione Europea, che raccomandano l'assunzione di 200 mg di DHA (acido docosaesaenoico) al giorno.

Lo hanno scoperto i ricercatori dell'Università di Alberta (Canada), e pubblicato sulla rivista Applied Physiology, Nutrition, and Metabolism.

Gli Omega-3 sono essenziali per la salute del feto

L'assunzione degli acidi grassi polinsaturi a catena lunga durante la gravidanza e l' allattamento è necessaria per garantire il corretto sviluppo fetale e placentare. In particolare, gli Omega-3 sono importanti per lo sviluppo del cervello e della retina del feto. 

L' American Dietetic Association raccomanda l' assunzione di almeno 500 mg al giorno di Omega-3 per tutti gli adulti in buona salute, incluse le donne in gravidanza e in fase di allattamento.

La Commissione europea e l’ International Society for the Study of Fatty Acids and Lipids raccomandano che le donne in gravidanza e in allattamento consumino almeno di 200 mg di DHA al giorno - in aggiunta ai 250mg di EPA+DHA raccomandati per la popolazione in generale.

Queste quantità potrebbero essere raggiunte con il consumo di 1-2 porzioni a settimana di pesce ricco di omega-3.

In ogni caso diversi studi effettuati in Canada, Australia, Stati Uniti, e Europa hanno evidenziato che le donne in gravidanza e in allattamento assumono quantità di acidi grassi polinsaturi lontane dalle raccomandazioni suggerite.

Questo è dovuto allo scarso consumo di pesce, probabilmente conseguenza anche del timore della contaminazione da mercurio, e al limitato consumo di supplementi.

Un quarto delle donne incinte assume abbastanza DHA grazie agli integratori

Nel presente studio i ricercatori hanno stimato l'assunzione delle fonti di EPA (acido eicosapentaenoico), DPA (acido docosapentaenoico) e DHA in un gruppo di 600 donne, che hanno risposto a questionari sulle abitudini alimentari e l' uso di integratori.

I risultati hanno svelato che circa tre quarti delle donne incinte e delle puerpere non raggiungevano le raccomandazioni per le assunzione di DHA.

Sebbene a differenza della maggior parte di altri studi simili, la maggioranza delle partecipanti apparteneva ad un elevato status socio-economico e il 97% di esse abbia dichiarato di consumare integratori multivitaminici durante la gravidanza, solo il 27%  ha dimostrato di raggiungere le dosi raccomandate durante il terzo trimestre di gestazione.

La stragrande maggioranza (73% durante la gravidanza e il 75% in post-partum) delle donne erano invece ben lontane dalle dosi ottimali.

Tuttavia le partecipanti che avevano assunto integratori di DHA avevano dieci volte in più la probabilità di raggiungere le raccomandazioni, durante la gestazione e tre mesi dopo il parto.

i dati mostravano inoltre che il 44% delle donne che aveva assunto supplementi durante la gravidanza interrompevano l'assunzione dopo il parto.

Omega-3: benefici anche dopo il parto

Secondo i ricercatori che hanno condotto lo studio, questi risultati suggeriscono che la maggioranza delle donne coinvolte nella ricerca non raggiungevano le raccomandazioni dell’ Unione Europea per il consumo di DHA durante gravidanza e allattamento.

Questo evidenzia anche la necessità e l' importanza della consulenza nutrizionale sui benefici di integratori di Omega-3 anche dopo la nascita del bambino.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli Omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.

Fonte: Jia X, Pakseresht M, Wattar N, Wildgrube J, Sontag S, Andrews M, Subhan FB, McCargar L, Field CJ; APrON study team.“Women who take n-3 long-chain polyunsaturated fatty acid supplements during pregnancy and lactation meet the recommended intake”. Appl Physiol Nutr Metab. 2015 May;40(5):474-81. doi: 10.1139/apnm-2014-0313. Epub 2015 Mar 25.


Articolo pubblicato in Gravidanza ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi