**Page description appears here**
Dagli specialisti in Omega-3 Integratori di qualità e consulenza professionale

Ricevi notizie, consigli e offerte con
Omegor Newsletter

sono sicuro

Il colesterolo alto è nemico della salute del cuore. Ecco come combatterlo

Ci sono 0 commenti

Il colesterolo alto è uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare; un eccesso di colesterolo LDL o “cattivo”, infatti può portare all’occlusione delle arterie aumentando il rischio di infarto o ictus.

L’attività fisica e una alimentazione sana sono le strategie principali per mantenere sotto controllo il colesterolo LDL e incrementare il colesterolo “buono” HDL, ma a volte queste possono non essere sufficienti ed è necessario l’uso di farmaci specifici, come le statine, o di integratori alimentari. Tra questi ultimi, alcuni sfruttano la capacità di una molecola naturale, la Monacolina K di ridurre la sintesi del colesterolo da parte del fegato, aiutando a mantenere il colesterolo nella concentrazione adeguata, “mimando” l’azione delle statine di sintesi.

Il colesterolo: una molecola dalle molteplici funzioni

Il colesterolo è una molecola lipidica, appartenente alla famiglia degli steroidi, e rappresenta uno dei costituenti fondamentali della membrana di tutte le cellule animali. Esso svolge un importante ruolo di regolazione della loro fluidità aumentando la stabilità e la flessibilità della membrana e rendendo così possibile la crescita e la divisione cellulare.

Inoltre il colesterolo è la sostanza base per la sintesi della vitamina D, dei sali biliari e degli ormoni steroidei come progestinici, estrogeni, androgeni glucocorticoidi, mineralcorticoidi.

Questa molecola quindi è assolutamente importante e necessaria per l’organismo umano proprio per le sue numerose funzioni fisiologiche. Il colesterolo viene prodotto dalle cellule del fegato tramite quella che si chiama “sintesi endogena”, ma può anche essere introdotto con la dieta, ed è contenuto nei cibi ricchi di grassi animali come:

  • carne

  • burro

  • salumi

  • formaggi

  • tuorlo d’uovo

È invece assente in frutta, verdura e cereali.

Il colesterolo nel sangue: la colesterolemia

Il trasporto del colesterolo attraverso il sangue è affidato a un gruppo di particelle, dette lipoproteine, classificate in base alla quantità di lipidi presente. Quelle caratterizzate da un maggior contenuto di colesterolo sono 2:

Lipoproteine LDL: trasportano il colesterolo sintetizzato dal fegato a tutte le cellule del corpo. Se le LDL sono in eccesso rispetto alla capacità di assorbimento dei vari tessuti, il colesterolo può depositarsi sulle pareti delle arterie; per questo motivo nel linguaggio comune le LDL sono conosciute come “colesterolo cattivo”.

Lipoproteine HDL: rimuovono il colesterolo in eccesso dai diversi tessuti e lo trasportano nuovamente al fegato, che poi provvede a eliminarlo attraverso la bile. Per questo le HDL vengono comunemente indicate come “colesterolo buono“.

La colesterolemia, cioè la concentrazione di colesterolo totale nel sangue, si misura in milligrammi per decilitro (mg/dl) può essere misurata con un semplice esame del sangue.

I valori desiderabili di colesterolo nel sangue sono i seguenti:

  • colesterolo totale: fino a 200 mg/dl

  • colesterolo LDL: fino a 100 mg/dl

  • colesterolo HDL: non inferiore a 50 mg/dl

Quali sono gli effetti dell’ipercolesterolemia sulla salute?

colesteroloSi parla di ipercolesterolemia quando il colesterolo totale (LDL più HDL) supera il valore di 200 mg/dl. Il colesterolo alto non produce sintomi diretti, per questo deve essere tenuto costantemente sotto controllo, tramite semplici analisi del sangue.

Quando la quantità del colesterolo presente nel sangue, e soprattutto quella del colesterolo trasportato nelle LDL, raggiunge valori troppo elevati, aumenta il rischio di aterosclerosi a carico di arterie e organi vitali.

L’aterosclerosi è una condizione patologica che colpisce le pareti interne delle arterie, caratterizzata dalla presenza dei cosiddetti ateromi; placche costituite principalmente da colesterolo, fosfolipidi, trigliceridi, proteine e materiale fibroso. La formazione di placche aterosclerotiche causa un restringimento delle arterie e la diminuzione del flusso del sangue e con il tempo può causare ispessimento e indurimento del vaso sanguigno.

Le placche possono staccarsi e formare trombi e ostruire il lume dei vasi causando un improvviso arresto del flusso sanguigno. A seconda di dove è localizzata, l’ostruzione di un vaso può provocare infarto del miocardio o ictus.

Le cause del colesterolo alto

Generalmente l‘ipercolesterolemia lieve è dovuta ad un’alimentazione troppo ricca di grassi; il colesterolo contenuto negli alimenti può infatti provocare l’aumento, variabile da persona a persona, dei livelli del colesterolo nel sangue.

Oltre alla cattiva alimentazione, gli altri fattori che principalmente contribuiscono all’aumento del colesterolo sono:

  • sovrappeso e obesità
  • sedentarietà
  • malattie metaboliche come il diabete

In alcuni casi possono contribuire anche condizioni fisiologiche particolari come gravidanza e menopausa; o patologiche come malattie epatiche, insufficienza renale cronica e ipotiroidismo. Il livello di colesterolo LDL tende poi ad aumentare con l’età, soprattutto fra le donne.

Esiste, infine, una importante componente genetica ed ereditaria che predispone al colesterolo alto. Si distingue dall’ipercolesterolemia lieve una particolare forma di ipercolesterolemia ereditaria detta ipercolesterolemia familiare, dovuta ad una mutazione cromosomica, in cui la quantità di colesterolo nel sangue appare notevolmente aumentata fin dalla giovane età, anche se si segue uno stile di vita sano

Come abbassare il colesterolo in caso di ipercolesterolemia lieve?

La prevenzione è la strategia principale per ridurre il colesterolo alto e mantenere la colesterolemia entro i livelli normali. Gli stili di vita consigliati sono quindi:

• seguire una dieta sana

• sostituire i grassi saturi con quelli mono e polinsaturi.

• ridurre il consumo di alcol

• controllare il peso corporeo

• fare attività fisica in modo regolare

• evitare il fumo

combattere colesteroloQuando i valori del colesterolo diventano preoccupanti è fondamentale controllare la quantità e la qualità dei grassi consumati con la dieta; studi condotti in tutto il mondo hanno dimostrato che ridurre la quantità di grassi saturi, del colesterolo, e delle calorie ingerite permette di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue diminuendo così la probabilità di incorrere in malattie cardiovascolari.

E quando lo stile di vita non basta? Farmaci e integratori anti-colesterolo

A volte intervenire sullo stile di vita non basta per tenere i livelli di colesterolo sotto controllo e può rendersi necessario un intervento farmacologico.

Esistono diverse categorie di farmaci in grado di ridurre il colesterolo alto, ma le più diffuse sono le statine il cui ruolo principale è quello di rallentare la produzione epatica del colesterolo LDL disattivando un enzima che consente la sua sintesi, il HMG-CoA-reduttasi (3-idrossi-3-metil-glutaril-CoenzimaA-reduttasi), e incrementare la capacità del fegato di eliminare il colesterolo LDL già in circolo nel sangue.

Le statine possono avere diversi effetti collaterali, e devono quindi essere prescritte sotto stretto controllo medico.

In caso di ipercolesterolemia lieve prima di ricorrere ai farmaci, qualora la correzione dello stile di vita non sia sufficiente, è possibile ricorrere agli integratori alimentari.

Tra gli integratori alimentari nutraceutici sono molto diffusi quelli a base di riso rosso fermentato e fitosteroli, in grado sia di ridurre la sintesi del colesterolo da parte del fegato sia di ridurre il suo assorbimento a livello intestinale.

Il riso rosso fermentato

Il riso rosso fermentato nasce dalla fermentazione del comune riso da cucina (Oryza Sativa), grazie ad un particolare lievito, il Monascus Purpureus. Questo riso, deve il suo nome alla caratteristica colorazione, dovuta alla produzione da parte del lievito di diversi pigmenti tra cui la monascorubramina.

Impiegato come farmaco tradizionale in Cina da millenni, è oramai molto conosciuto anche in occidente per le capacità di ridurre le quantità di lipidi nel sangue.

La proprietà del riso rosso fermentato è dovuta alla presenza di un gruppo di sostanze, prodotte dal Monascus Purpureus durante la fermentazione, dette Monacoline, a cui è stata scientificamente attribuita un’elevata capacità di abbassare il livello di colesterolo.

In particolare, la Monacolina K è una vera e propria una statina naturale e la sua struttura chimica è identica a quella della lovastatina una delle categorie di farmaci per il controllo del colesterolo.

Agendo come una statina, l’azione anticolesterolo della Monacolina K è dovuta alla sua capacità di inibire l’enzima HMG-CoA-reduttasi, una delle molecole chiave coinvolte nella sintesi epatica del colesterolo, la conseguenza è una riduzione del colesterolo in circolo nel plasma.

Nell’estratto di riso rosso sono inoltre presenti altre sostanze biologicamente attive tra cui il B sitosterolo, campesterolo, sioflavoni e gli acidi grassi monoinsaturi.

Il riso rosso fermentato può aiutare a ridurre il rischio cardiovascolare grazie alla sua azione antiaterosclerotica. Inoltre dati recenti dimostrano che, rispetto alla lovastatina, la monakolina K avrebbe una maggiore biodisponibilità e quindi una maggiore efficacia a parità di dosaggio.

Il riso rosso può rappresentare una reale alternativa alla terapia farmacologica ipolipemizzante in quei pazienti che non vogliono assumere statine o che presentano intolleranza alle statine.

Indicazioni sulla salute per la Monacolina K

Il consumo giornaliero di 10 mg di Monacolina K contribuisce al mantenimento dei normali livelli di colesterolo nel sangue. Secondo quanto approvato dal Regolamento 432/2012 della Commissione Europea e confermato nella Revisione del febbraio 2015.

Abbassare il colesterolo, un aiuto dagli integratori a base di Monacolina K

U.G.A Nutraceuticals produce due prodotti contenenti Monacolina K per tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue: Cardiol Forte e Cardiol:

Cardiol Forte è un integratore alimentare che insieme ad uno stile di vita sano e a un’alimentazione equilibrata aiuta a mantenere i normali livelli di colesterolo nel sangue e proteggere i lipidi ematici dallo stress ossidativo.Cardiol Forte - integratore per il colesterolo

Una capsula di Cardiol Forte contiene 10 mg di Monacolina K, inoltre apporta circa 350 mg di EPA+DHA e altre sostanze come idrossitirosolo, coenzima Q10 e vitamine del gruppo B necessarie a proteggere i lipidi circolanti dallo stress ossidativo.

Cardiol è un integratore alimentare che contribuisce a mantenere i normali livelli di colesterolo nel sangue, la normale funzione cardiaca e il regolare funzionamento del metabolismo dell’omocisteina.cardiol

Anche Cardiol contiene Monacolina K da riso rosso fermentato, nella quantità di 3 milligrammi per capsula, così come gli omega-3 EPA e DHA, i Bioflavonoidi, le vitamina del gruppo B, e il Coenzima Q10. 

Per coloro che invece non tollerano il trattamento con le statine ma che vogliono mantenere sotto controllo in maniera naturale la colesterolemia, Eulipid è l’integratore adatto.

eulipidEulipid Contiene una sostanza, la berberina, estratta dalla Berberis aristata; una pianta che molto utilizzata nella medicina tradizionale ayurvedica che facilita la “cattura” del colesterolo da parte del fegato. Eulipid contiene inoltre resveratrolo e bioflavonoidi del Citrus con tocotrieneoli, policosanoli e coenzima Q10 ad azione antiossidante e protettiva per l’apparato circolatorio.

Tutti gli integratori prodotti da U.G.A Nutraceuticals rispettano elevatissimi standard di qualità; e hanno ottenuto a certificazione ISO 9001:2015; una garanzia ulteriore di qualità e sicurezza dei prodotti durante tutto il loro ciclo di vita.


Articolo pubblicato in Sistema cardiovascolare, Colesterolo ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.


*valido solo per i nuovi iscritti al sito web Chiudi
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi