**Page description appears here**

Spedizione Express 24/48h Gratis con DHL e UPS per tutti gli ordini!

Dal 2005, omega-3 di qualità certificata. Ti puoi fidare!

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Offerta Speciale! Ricevi subito un Buono Sconto del 5% in segno di benvenuto. Clicca qui per i dettagli

Ricevi notizie, consigli e offerte con Omegor Newsletter

sono sicuro

Depressione: l'EPA può combattere quella causata dall’interferone alfa.

Ci sono 0 commenti

Depressione da interferone alfa: l'EPA aiuta a combatterla

Gli Omega 3  potrebbero prevenire la depressione che insorge durante il trattamento dell'infezione da virus dell'epatite C con l’ interferone alfa (IFN-ɑ). Basta assumere per due settimane supplementi ricchi di EPA  (acido eicosapentaenoico) per ridurre nei pazienti il tasso di depressione dal 30 al 10%.

Lo afferma uno studio pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry e condotto dai ricercatori, guidati dal professor Carmine Pariante, del King’s College di Londra.

Gli effetti  collaterali dell’ Interferone

L’infezione da virus dell’epatite C (HCV) progredisce spesso verso la cirrosi epatica e il carcinoma epatocellulare.

Il trattamento con IFN -α  è la terapia standard per l'infezione da HCV, tuttavia, essa può avere gravi effetti collaterali come stanchezza, malessere, anoressia e apatia.

Inoltre, fino al 30 % dei pazienti sviluppa una forma di depressione nei primi 3 mesi. Questi effetti neuropsichiatrici provocano spesso l'interruzione precoce della terapia.

La profilassi di routine con antidepressivi potrebbe d’altra parte esporre i pazienti ad effetti negativi, quindi è emersa la necessità di interventi di prevenzione alternativi.

Gli acidi grassi polinsaturi Omega-3 sono sostanze sicure ed efficaci per il trattamento della depressione, grazie alla loro azione antinfiammatoria. Inoltre, come emerso da studi precedenti, i bassi livelli di Omega-3 nei globuli rossi sono stati associati ad un aumentato rischio di depressione indotta da IFN-ɑ.

Il DHA riduce il rischio di depressione

Pariante e il suo team hanno reclutato 152 pazienti affetti da epatite C per partecipare allo studio. Ciascuno è stato scelto, casualmente, per ricevere ogni giorno per due settimane integratori contenenti 3,5 grammi di EPA, oppure 1,76 grammi di DHA (acido docosaesaenoico) o solamente un placebo.

Le dosi di EPA e DHA  sono state scelte in base a studi precedenti condotti a Taiwan, che hanno dimostrato come la dose efficace di EPA era compresa tra i 2,2 e i 4,4 grammi al giorno, e quella di DHA tra l’ 1,2 e i 2,2 grammi.

A seguito dei 14 giorni di integrazione, i pazienti sono stati trattati con le dosi usuali di IFN-ɑ per 24 settimane, e sono stati monitorati per determinare l’insorgenza dei sintomi depressivi.

I risultati hanno dimostrato che, rispetto al placebo, i tassi di incidenza della depressione erano significativamente inferiori nei soggetti trattati con EPA, ma non nei pazienti trattati con DHA (10 % e 28 %, rispettivamente, e il 30 % per il placebo).

In altre parole, solo uno su dieci tra coloro che erano stati trattati con EPA aveva manifestato la depressione indotta dall’infiammazione, contro i tre su dieci di coloro che avevano assunto il DHA o il placebo.

Sia EPA che DHA sono stati in grado di ritardare l'insorgenza della depressione a circa 12 settimane, contro le 5 di coloro di che avevano assunto il placebo. Tutti gli integratori sono stati ben tollerati dalla popolazione in esame.

Gli Omega-3 contrastano l’infiammazione

Questo è il primo studio a dimostrare gli effetti benefici degli acidi grassi Omega-3 nella prevenzione della depressione indotta da IFN – ɑ durante la cura dei pazienti colpiti dal virus dell’epatite C, una depressione dovuta all’instaurarsi di meccanismi infiammatori. Ulteriori studi però sono necessari ed i risultati dovranno essere replicati.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla ricerca scientifica sugli Omega-3 iscriviti alla nostra newsletter.

• Per approfondire sui trigliceridi e capire bene i trigliceridi cosa sono, cosa succede quando si hanno i trigliceridi alti e i trigliceridi bassi, clicca sui rispettivi links.
• Per informarti meglio, invece, su colesterolo hdl, ldl colesterolo, integratori per colesterolo, omega 3 colesterolo e su come abbassare il colesterolo senza farmaci clicca sui relativi links qui forniti.

Fonte: Kuan-Pin Su, Hsueh-Chou Lai ,Hui-Ting Yang, Wen-Pang Su, Cheng-Yuan Peng, Jane Pei-Chen Chang,Hui-Chih Chang, Carmine M. Pariante. “Omega-3 Fatty Acids in the Prevention of Interferon-Alpha-Induced Depression: Results from a Randomized, Controlled Trial” October 1, 2014 Volume 76, Issue 7, Pages 559–566


Articolo pubblicato in Depressione e disturbi bipolari ed è stato taggato con




Lascia un Commento
  •  
 

Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti

Ho preso visione dell’ Informativa Privacy D.Lgs.30.06.2003 n. 196.
Acconsento al trattamento dei miei dati(indirizzo di posta
elettronica) per finalita di marketing.



Chiudi

Abbiamo un Regalo PER TE!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno sconto del 5% nella tua casella email

 valido solo per i nuovi iscritti al sito web